SENATO DELLA REPUBBLICA

    XIV LEGISLATURA    

Mercoledì 1º febbraio 2006

alle ore 9,30 e 16
950ª e 951ª Seduta Pubblica


 

ORDINE DEL GIORNO
I. Discussione della mozione 1-00373 dei senatori Marini ed altri sulla raccolta delle firme per la presentazione delle candidature alle elezioni politiche (testo allegato).
II. Seguito della discussione dei disegni di legge:

1 Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2005, n. 273, recante definizione e proroga di termini, nonché conseguenti disposizioni urgenti. – Relatore Falcier (Relazione orale).  (3717)
2. Conversione in legge del decreto-legge 17 gennaio 2006, n. 6, recante differimento dell’efficacia di talune disposizioni della legge 28 dicembre 2005, n. 262, sulla tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari, nonché finanziamento dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. –
Relatori Eufemi e Tunis (Relazione orale).  (3731)

III. Discussione del disegno di legge:

Conversione in legge del decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 2, recante interventi urgenti per i settori dell’agricoltura, dell’agroindustria, della pesca, nonché in materia di fiscalità d’impresa.  (3723)

IV. Seguito della discussione dei disegni di legge:

1. PASTORE ed altri. – Modifiche alla normativa in materia di condominio negli edifici.  (622)
– MANFREDI ed altri. – Modifiche al codice civile in materia di condominio.  
(1659)
– BUCCIERO ed altri. – Modifica agli articoli 1117, 1120, 1124, 1129, 1130, 1137 e 1138 del codice civile agli articoli 63, 64, 66, 67, 70 e 71 delle disposizioni di attuazione del codice civile nonchè all’articolo 7 del codice di procedura civile circa la disciplina del condominio negli edifici.  
(1708)
– TUNIS. – Modifiche alla normativa in materia di condominio.  
(2587)
– DEMASI ed altri. – Istituzione della figura del responsabile condominiale della sicurezza.  
(3309)

– Relatore Mugnai (Relazione orale).

2. Disposizioni in materia di pari opportunità tra uomini e donne nell’accesso alle cariche elettive parlamentari (Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (3660)
– DATO e AMATO. – Modifiche alle leggi elettorali relative alla Camera dei deputati ed al Senato della Repubblica al fine di promuovere una partecipazione equilibrata di donne ed uomini alle cariche elettive
(Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta pomeridiana del 29 luglio 2004 e nuovamente rinviato dall’Assemblea in Commissione nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (1732)
– DENTAMARO ed altri. – Modifiche alle leggi elettorali relative alla Camera dei deputati, al Senato della Repubblica, ai Consigli regionali, ai Consigli provinciali e comunali atte ad assicurare alle donne e agli uomini parità di accesso alle cariche elettive
(Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta pomeridiana del 29 luglio 2004 e nuovamente rinviato dall’Assemblea in Commissione nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (2080)
– ALBERTI CASELLATI. – Disposizioni per l’attuazione del principio delle pari opportunità in materia elettorale
(Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta pomeridiana del 29 luglio 2004 e nuovamente rinviato dall’Assemblea in Commissione nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (2598)
– Misure per promuovere le pari opportunità tra uomini e donne nell’accesso alle cariche elettive
(Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta pomeridiana del 29 luglio 2004 e nuovamente rinviato dall’Assemblea in Commissione nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (3051)
– DATO. – Norme per l’attuazione dell’articolo 51 della Costituzione, in materia di pari opportunità nell’accesso agli uffici pubblici e alle cariche elettive
(Rinviato in Commissione dall’Assemblea nella seduta antimeridiana del 24 gennaio 2006).  (3652)
3. Disciplina delle attività nel settore funerario
(Approvato dalla Camera dei deputati).  (3310)
– BETTONI BRANDANI ed altri. – Modifica della legislazione funeraria.  
(1265)

– Relatore Danzi (Relazione orale).

V. Discussione dei disegni di legge:

1. Norme per la riconoscibilità e la tutela dei prodotti italiani (Approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante dall’unificazione dei disegni di legge d’iniziativa dei deputati Contento; Mariani Paola; Rotundo ed altri; Scaltritti; Raisi ed altri; Conte Gianfranco ed altri; Didoné e Polledri).  (3463)
– MAGNALBÒ. – Istituzione del marchio
Made in Italy per la tutela della qualità delle calzature italiane.  (405)
– STANISCI. – Istituzione del marchio «
made in Italy» per la tutela della qualità dei prodotti del settore tessile e dell’abbigliamento, delle cravatte e delle calzature italiane.  (1404)
– GUERZONI. – Istituzione del marchio «
Made in Italy» per i capi del tessile e dell’abbigliamento prodotti interamente in Italia.  (1595)
– BASTIANONI. – Istituzione del marchio «
Made in Italy» per la tutela della qualità dei prodotti italiani.  (1646)
– CURTO. – Istituzione del marchio «
Made in Italy» per la tutela della qualità dei prodotti italiani.  (1736)
– GRECO ed altri. – Istituzione del marchio «
Made in Italy» per la tutela della qualità delle calzature e dei prodotti di pelletteria, del tessile, dell’abbigliamento, del mobile imbottito, nonché delega al Governo in materia di normativa di incentivazione.  (2698)
– MAGNALBÒ. – Norme in materia di etichettatura delle calzature e dei prodotti tessili.  
(3278)

– Relatore Pontone (Relazione orale).

2. Disposizioni in materia di conseguenze derivanti da incidenti stradali (Approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante dall’unificazione dei disegni di legge d’iniziativa dei deputati Carboni; Misuraca e Amato; Lucidi; Foti e Butti). – Relatore Zancan (Relazione orale).–(3337)
3. GRILLO. – Inno della Repubblica italiana. –
Relatore Falcier.  (1968)

VI. Relazioni della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari (elenco allegato).
VII. Ratifiche di accordi internazionali
(elenco allegato).

RELAZIONI DELLA GIUNTA DELLE ELEZIONI
E DELLE IMMUNITÀ PARLAMENTARI

1. Relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sulla richiesta di autorizzazione a procedere avanzata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina nei confronti dei signori Antonio Santacroce e Andrea Leanza per il reato di cui all’articolo 290 del codice penale (vilipendio delle Assemblee legislative). – Relatore Crema.  (Doc. IV, n. 10)
2. Relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sulla richiesta di deliberazione in materia di insindacabilità, ai sensi dell’articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell’ambito di un procedimento civile pendente presso il Tribunale di Roma – I sezione civile – nei confronti del senatore Achille Occhetto. –
Relatore Castagnetti.  (Doc. IV-ter, n. 15)
3. Relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sulla richiesta di deliberazione in materia di insindacabilità, ai sensi dell’articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell’ambito di un procedimento penale pendente presso il Tribunale di Agrigento – Sezione civile – nei confronti del senatore Calogero Sodano. –
Relatore Pirovano.  (Doc. IV-ter, n. 16)
4. Relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sulla richiesta di deliberazione in materia di insindacabilità ai sensi dell’articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell’ambito di un procedimento penale nei confronti del senatore Raffaele Iannuzzi. –
Relatore Pirovano.  (Doc. IV-ter, n. 17)

RATIFICHE DI ACCORDI INTERNAZIONALI

1. Ratifica ed esecuzione del Memorandum d’intesa tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo del Sultanato dell’Oman, fatto a Roma il 22 marzo 2004, riguardante il settore della difesa – Relatore Pianetta.  (3694)
2. Ratifica ed esecuzione del Protocollo alla Convenzione del 1979 sull’inquinamento atmosferico attraverso le frontiere a lunga distanza, relativo agli inquinanti organici persistenti, con annessi, fatto a Aarhus il 24 giugno 1998
(ove concluso dalla Commissione).  (3383)
3. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra la Repubblica italiana e la Repubblica d’Austria per la realizzazione di un tunnel ferroviario di base sull’asse del Brennero, fatto a Vienna il 30 aprile 2004
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3545)
4 Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica dell’Azerbaijan in materia di collaborazione culturale, scientifica e tecnologica, fatto a Baku il 1º giugno 2002
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3709)
5. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo quadro tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica di Ungheria nel campo della ricerca scientifica e dello sviluppo tecnologico, fatto a Roma il 21 maggio 2003
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3740)
6. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo sulla istituzione dell’Organizzazione internazionale per lo sviluppo della pesca in Europa centrale ed orientale (Eurofish), con Atto finale, fatto a Copenhagen il 23 maggio 2000
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3742)
7. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica gabonese sulla promozione e la protezione degli investimenti, con Protocollo, fatto a Libreville il 28 giugno 1999
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3744)
8. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo sui privilegi e le immunità della Corte penale internazionale, fatto a New York il 10 settembre 2002
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3745)
9. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Consiglio Federale della Confederazione svizzera sulla effettuazione di attività congiunte di addestramento e formazione militare delle rispettive Forze armate, fatto a Berna il 24 maggio 2004
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3746)
10. Ratifica ed esecuzione del Protocollo sui privilegi e le immunità dell’Autorità internazionale dei fondi marini, fatto a Kingston il 27 marzo 1998
(Approvato dalla Camera dei deputati) (ove concluso dalla Commissione).  (3747)
11. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo di cooperazione nel settore della difesa tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Libano, fatto a Beirut il 21 giugno 2004. –
Relatore Pellicini (seguito).  (3645)
12. Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo degli Emirati Arabi Uniti relativo alla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Dubai il 13 dicembre 2003. –
Relatore Provera.  (3649)

 


MOZIONE SULLA RACCOLTA DELLE FIRME PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE ALLE ELEZIONI POLITICHE

        (1-00373)(31 gennaio 2006) MARINI, BRUTTI Massimo, MANZIONE, BOCO, MORANDO, PAGANO, LABELLARTE, TURCI, RIPAMONTI, CREMA, MANIERI, DEBENEDETTI, BISCARDINI, CASILLO – Il Senato,

        premesso che:
            in seguito alle novità introdotte dalla legge 21 dicembre 2005, n. 270, il comma 2 del nuovo art. 18-
bis del Testo unico della legge elettorale per la Camera e il nuovo comma 3 dell’art. 9 del Testo unico relativo al Senato esentano dalla raccolta delle firme per le candidature alle elezioni politiche partiti o gruppi politici che abbiano già dimostrato una reale rappresentatività (essendosi costituiti in gruppi parlamentari o, se collegati in coalizione ad almeno due partiti o gruppi con tale requisito, avendo anche ottenuto un seggio nelle ultime europee) al fine di evitare un onere ritenuto inutile e burocratico; individuano poi un ulteriore vincolo non del tutto chiaro per accedere a tale esenzione nel carattere identico del contrassegno utilizzato;
            a seconda delle interpretazioni astrattamente possibili rischiano di determinarsi esiti incongrui alla finalità della disposizione; se, infatti, il carattere identico del simbolo dovesse essere interpretato in modo assolutamente rigido, verrebbero ad essere escluse dall’esenzione non solo le liste relative a soggetti politici del tutto nuovi a cui il legislatore intende richiedere la prova di una reale rappresentatività, ma anche soggetti politici già esistenti e che intendessero presentarsi in modo aggregato ad altri, in una logica coerente con sistemi elettorali che prevedono l’accesso ai seggi solo per chi superi determinate soglie di esclusione,
        impegna il Governo:
            a chiarire che l’esenzione dalla raccolta delle firme riguarda anche soggetti già singolarmente titolari di detta esenzione che intendano utilizzare un simbolo del tutto o parzialmente diverso da quelli tradizionali, anche perché risultanti da una decisione comune a più soggetti già singolarmente titolari della esenzione;
            oppure, qualora si ritenga che il caso
sub a) non sia espressamente previsto dalla legge, ad emanare un decreto-legge che superi la illogicità di quel vincolo evitando una grave incertezza all’inizio del procedimento elettorale.