SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


MENGARINI Guglielmo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:12/27/1856
Luogo di nascita:ROMA
Data del decesso:25/07/1927
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Paolo
Madre:RICCI Felicetta
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:TRAUBE Margarethe
Parenti:MENGARINI Francesco, avo paterno
RICCI Francesco, avo paterno
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via Pasquale Paoli, 18
Titoli di studio:Laurea in fisica
Presso:Università di Roma
Professione:Docente universitario
Carriera giovanile / cariche minori:
Cariche e titoli: Fondatore della Scuola romana di ingegneria elettrotecnica dell'Università "La Sapienza" di Roma
Ambasciatore straordinario in Perù
Socio del club alpino italiano CAI, sezione di Roma

    .:: Nomina a senatore ::.

Proponente:Senatore14/11/1916
Senatore
    Tittoni Tommaso
14/12/1916
Senatore
    Tittoni Tommaso
09/12/1918
Nomina:10/06/1919
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Niccolò Melodia
Convalida:13/12/1919
Giuramento:13/12/1919
Annotazioni:Gruppo Senato: Non ascritto a gruppi

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 18 gennaio 1903
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 8 maggio 1910
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 14 dicembre 1919
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 1885
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Consorzio zolfifero siciliano" (8 febbraio 1923)
Membro del Consiglio superiore aeronautico (24 novembre 1922)
Membro del Comitato talassografico italiano (21 novembre 1923)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
                        Tommaso Tittoni, Presidente

                        Onorevoli colleghi. Durante le vacanze parlamentari lutti dolorosi ci hanno colpito.
                        Il 25 luglio morì in Roma, dov'era nato il 27 dicembre 1856, il prof. Guglielmo Mengarini. Scolaro prediletto del nostro compianto collega Blaserna, fu suo valoroso e apprezzato assistente presso l'Istituto di fisica per alcuni anni, e poi insegnò per un ventennio, alla scuola d'applicazione per gli ingegneri, elettrotecnica, scienza ch'era allora ai primi passi e cui egli si dedicò con straordinaria passione. In essa segnò un'orma non obliabile, e pei lavori scientifici e per le esperienze eseguite, e sovratutto per aver egli efficacemente contribuito al primo grande trasporto di energia compiuto in Italia nel 1892 fra Tivoli e Roma.
                        Ma l'instancabile fervido ingegno di Guglielmo Mengarini si rivolse anche ad altri campi di ricerca e d'indagine, cioè agli studi di fisica astronomica e di spettroscopia. Dedicò sovratutto i suoi studi alle eclissi totali di sole, recandosi perciò in varie parti del mondo per assistervi e, valendosi di propri apparecchi, ottenne bellissime fotografie, preziose per la scienza. L'anno scorso, già minato dal male, volle recarsi, contro i consigli dei medici, nell'Oltregiuba per studiare una eclissi, superando disagi incredibili con una energia straordinaria, e ciò forse gli fu fatale.
                        Dei suoi studi scientifici fu anche un appassionato e simpatico volgarizzatore e tenne applaudite conferenze, come quelle sulla luce fredda e sulla vita nei sommergibili.
                        Era uno spirito esuberante di energie, generoso e noncurante del pericolo: da giovane rischiò con tranquillo eroismo la vita per salvare un'intera famiglia prigioniera entro una casa incendiata le cui scale erano crollate: e n'ebbe in premio una medaglia d'argento al valor civile. Fu fervido cultore degli esercizi fisici, specialmente del nuoto e dell'alpinismo: fu l'anima di molti sodalizi non solo scientifici, ma anche artistici e sportivi di Roma, ove era popolarissimo, perché incarnava lo spirito multiforme, gioviale e generoso del popolo romano.
                        Lo annoveravamo nostro amato collega dal 6 ottobre 1919 e la sua indefessa attività ebbe modo di manifestarsi anche in Senato: fu eletto membro del Consiglio superiore aeronautico e del Comitato talassografico e partecipò proficuamente a notevoli discussioni, specialmente su progetti interessanti lo sviluppo industriale, idroelettrico e ferroviario del paese.
                        Dopo la nomina a senatore fu anche ambasciatore straordinario nel Perù, per una missione di carattere prevalentemente economico, felicemente compiuta.
                        Guglielmo Mengarini non aveva e non poteva avere che amici dovunque, che ora ne piangono amaramente la dipartita. Il Senato reverente saluta la sua cara memoria, mentre esprime alla famiglia le più sentite condoglianze. (Benissimo).
                        FEDELE, ministro della pubblica istruzione. Domando di parlare.
                        PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
                        FEDELE, ministro della pubblica istruzione. In nome del Governo dichiaro di associarmi alle nobili parole di compianto pronunciate dal Presidente per la scomparsa degli illustri membri di questa Assemblea.

                        Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 6 dicembre 1927.

Note:Il nome completo risulta essere: "Guglielmo Giovanni Temistocle Giuseppe Ulisse".
[Curiosità]: il senatore fu artefice della prima trasmissione industriale di energia elettrica in corrente alternata tra Tivoli e Roma (1891).

Ringraziamenti:Alessandra Ravelli - Biblioteca nazionale CAI

Attività 1456_Mengarini_IndiciAP.pdf