SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


MARTINENGO Leopardo

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:12/21/1805
Luogo di nascita:BRESCIA
Data del decesso:06/08/1884
Luogo di decesso:GALZIGNANO (Padova)
Padre:Lodovico
Madre:MICELI Cecilia, nobile
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariConte palatino
Conte di Villachiara e Villagana
Coniuge:Celibe
Fratelli:Giustina
Maddalena, che spos˛ Luigi DonÓ dalle Rose, ed era madre di Lodovico e Antonio
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:UniversitÓ di Padova
Professione:Possidente
Cariche politico - amministrative:Segretario della Consulta (Venezia) (1848)
Presidente del Consiglio provinciale di Venezia (1867-1869)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:05/24/1863
Categoria:05
21
I Ministri segretari di Stato
Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Casati Gabrio [inizialmente il relatore doveva essere Paleocapa, ma pass˛ il testimone a Casati]
Convalida:25/06/1863
Giuramento:25/06/1863

    .:: Onorificenze ::.

Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia


    .:: Governo ::.

    Altri Stati:
Ministro segretario di Stato (Repubblica di Venezia) (1848-1849)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
Giacomo Durando, Presidente

Onorevoli colleghi! Mi tocca di compiere il doloroso ufficio di annunziarvi che nel breve periodo delle ultime vacanze parlamentari il Senato lament˛ la perdita di ben dieci senatori. [...]
Il 6 agosto fu l'ultimo della vita del conte Leopardo Martinengo che trovavasi in una sua villa presso Battaglia. Era nato nel 1805, e senatore dal maggio del 1863. Apparteneva ad una illustre famiglia bresciana ascritta al patriziato veneziano. Dotato di ricco censo ne rivolgeva gran parte in opere benefiche e nella raccolta di oggetti di arte preziosi di cui era intelligente ed amantissimo. Lasci˛ stima imperitura di uomo buono, integro, e benefico. [...]
Dopo questi brevi cenni sopra i dieci senatori che ci mancarono prima di riprendere i nostri lavori, io credo di associarmi ai sentimenti dei miei colleghi nel deplorarne di tutti amaramente la perdita.

Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 28 novembre 1884.

Ringraziamenti:Sindaco Prof. Paolo Corsini del Comune di Brescia
Ufficiale d'anagrafe del Comune di Brescia Luisa Rebuzzi
Settore Servizi demografici del Comune di Brescia
Ufficio stato civile di Galzignano Terme


AttivitÓ 1394_Martinengo_IndiciAP.pdf