SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


MANNA Giovanni

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:01/21/1813
Luogo di nascita:NAPOLI
Data del decesso:23/07/1865
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Luigi
Madre:BARTOLI Michela
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Professione:Funzionario amministrativo
Altre professioni:Docente universitario
Carriera:Professore di Diritto amministrativo all'Università di Napoli (1861)
Professore di Economia politica all'Università di Napoli (gennaio 1865)
Cariche politico - amministrative:Membro della Camera dei deputati (Napoli) (1848-1849)
Cariche e titoli: Direttore delle finanze (Regno delle Due Sicilie) (1848)
Direttore delle dogane [1861]
Membro ordinario della Società reale di Napoli (2 giugno 1862)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/16/1862
Categoria:05 I Ministri segretari di Stato
Relatore:Luigi Des Ambrois de Nevache
Convalida:11/12/1862
Giuramento:11/12/1862

    .:: Onorificenze ::.

Grande Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro


    .:: Governo ::.

    Altri Stati:
Ministro segretario di Stato delle finanze (Regno delle Due Sicilie) (1848) (1860)
    Governo:
Ministro dell'agricoltura, industria e commercio (8 dicembre 1862-24 settembre 1864)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Gabrio Casati, Presidente

      Signori senatori! È ben trista cosa per me la prima volta che m'è concesso l'onore d'indirizzarvi la parola da questo seggio, il presentarvi una dolorosa necrologia. Dacché il Parlamento cessò dalle sue adunanze, il Senato fece gravi perdite. Sventuratamente noi non contiamo più fra i nostri colleghi [...] il professore Gio[vanni] Manna [...] Al pronunciare il nome del commendatore Giovanni Manna mi sento commuovere, legato a lui con sincera amicizia quantunque recente. Stimabilissimo sotto qualunque aspetto lo si riguardi, il Manna, sia come uomo di scienza, sia qual magistrato, sia qual cittadino e padre di famiglia, sia anche, come uomo semplicemente convivente nella società per la cortesia e gentilezza de' modi suoi. Fortunosa fu la vita di lui, ma sempre integra; affabile con tutti, non mai fece pompa del profondo sapere del quale era ricco, e questa era la sua sola ricchezza. Se la calunnia ardì scagliare un dardo all'inattaccabile virtù del Manna, cadde spuntato, e svergognato chi ebbe tanta audacia. Sì, il Manna fu superiore ad ogni censura, e noi offriremo al suo nome un tributo di ben meritato ossequio.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 20 novembre 1865.

Ringraziamenti:Avv. Rosa Russo Iervolino Sindaco di Napoli
Sig. Giuseppe Mele del Comune di Napoli
-Dott.ssa Assunta Vaccaro - Università di Napoli (Biblioteca di giurisprudenza)


Attività 1350_Manna_Giovanni_IndiciAP.pdf