SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


DE SIMONE Giuseppe

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:07/06/1843
Luogo di nascita:TORA E PICCILLI (Caserta)
Data del decesso:07/01/1902
Luogo di decesso:SPARANISE (Caserta)
Padre:Girolamo
Madre:AMORE Alessandra
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:GALDIERI Giuseppina
Figli: Amelia
Romilda, che spos˛ Alfredo GIUSTI
Elvira
Emma
Guido, che spos˛ Carlotta POZZUOLI
Fratelli:Cristina, che spos˛ Pietro GALDIERI
Teresa Adelaide, che spos˛ Alfonso CASTELLO
Professione:Possidente
Altre professioni:Agricoltore
Cariche politico - amministrative:Presidente del Consiglio provinciale di Caserta (2 dicembre 1889-24 ottobre 1895)
Sindaco di Tora e Piccilli (1866-1869)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Tora e Piccilli (1864-1869)
Consigliere provinciale di Caserta (1873-1892)
Cariche e titoli: Socio dell'Accademia pontaniana di Napoli

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:10/10/1892
Categoria:03
16
I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
I membri dei Consigli di divisione
dopo tre elezioni alla loro Presidenza
Relatore:Giacinto Scelsi
Convalida:01/12/1892
Giuramento:12/12/1892

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia (1878)
Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia (1881)

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1860 campagna per l'Indipendenza e l'UnitÓ d'Italia
Volontario:SI

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XVI
Capua
(Caserta II)
23-5-1886
Sinistra
XVII
Capua
(Caserta II)
23-11-1890
Sinistra


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti parlamentari - Commemorazione
      Giuseppe Saracco, Presidente

      Signori senatori.
      Mi Ŕ grave dovere, al primo riaprirsi dei nostri lavori, annunziare la perdita di un altro collega. Il senatore Giuseppe De Simone morý nel giorno sette del corrente mese in Tora, presso Gaeta, dov'era nato, nell'etÓ di soli cinquant'otto anni.
      Deputato al parlamento per Caserta fra il 1886 ed il 1892, egli era entrato a far parte di questo Senato nel novembre 1892; ma tranne poche parole da esso pronunciate in pubblica adunanza nella Camera dei deputati, non appare che in altra maniera abbia partecipato attivamente ai lavori dell'uno o dell'altro ramo del Parlamento: per˛ il De Simone godeva fama d'uomo colto e per una lunga serie d'anni mostr˛ di voler partecipare largamente alle lotte di carattere politico. Ma preferý invece rimanere nell'ambito della vita pubblica, comunale e provinciale, dove spieg˛ una rara attivitÓ per la difesa degli interessi d'indole strettamente locale. Coprý pertanto e tenne con onore la carica di sindaco e di membro, poi di presidente, del Consiglio provinciale di Terra di Lavoro; chÚ anzi esercit˛ per assai tempo, in mezzo a lotte ardenti di partito, un vero predominio sulla vita pubblica di quella provincia. Ma da parecchio tempo in qua egli si era pressochÚ ritirato dagli affari e si occupava esclusivamente del miglioramento delle suo terre, le quali, mercÚ l'opera del Desimone, avevano preso l'aspetto di poderi modello. Con ci˛ egli si era reso particolarmente benemerito presso le classi rurali, le quali dall'atteggiamento dei proprietari traggono lo stimolo e l'esempio pi¨ efficace d'ogni altro, a seguire nella coltivazione delle terre i metodi, che alla prova si mostrano pi¨ convincenti.
      Amici ed avversari non posero mai in dubbio la lealtÓ del carattere congiunta all'energia ed alla fermezza dell'uomo, e vivendo in mezzo alle sue terre il nostro De Simone veniva giustamente considerato come il tipo del gentiluomo di campagna. Perci˛ la morte di lui dest˛ largo cordoglio in quelle popolazioni, che lo apprezzarono in vita per le sue qualitÓ di mente e di cuore.
      Che Dio conceda pace all'anima sua! (Benissimo).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 14 gennaio 1902.

Note:Secondo altra fonte risulta nato il 7 luglio 1843.
Il nome completo risulta essere: "Giuseppe De Simone".

Ringraziamenti:Dottor Giulio De Simone e professor ingegner Angelo De Simone e famiglia
Prof. Antonio Garzya presidente dell'Accademia pontaniana


AttivitÓ 0821_Desimone_Giuseppe_IndiciAP.pdf