NO
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


DORIA Ambrogio

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:08/12/1826
Luogo di nascita:GENOVA
Data del decesso:14/06/1912
Luogo di decesso:GENOVA
Padre:Giorgio, senatore (vedi scheda)
Madre:DURAZZO Teresa
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariMarchese
Conte di Montaldeo
Patrizio genovese, titolo riconosciuto il 30 agosto 1897
Coniuge:SERRA Fiammetta Maria Carolina
Figli: Giorgio Andrea, deputato, che spos˛ Emma GRAMPP
Giancarlo Marcello
Fratelli:Marcello
Andrea
Giacomo, senatore (vedi scheda)
Professione:Possidente
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Montaldeo (1860-s.d.)
Assessore anziano facente funzioni di sindaco di La Spezia (1880-1882)
Presidente della Deputazione provinciale di Genova (1889-1892)
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Alessandria (1872-188[0])
Membro della Deputazione provinciale di Genova (1882-s.d.)
Consigliere provinciale di Genova
Cariche e titoli: Sottotenente (25 marzo 1848-gennaio 1858. Data delle dimissioni)
Tenente dal 1851
Membro del Consiglio di amministrazione del Monte di pietÓ di Genova (17 aprile 1874-14 febbraio 1882) (10 marzo 1883-30 maggio 1912)
Vicepresidente del Consiglio di amministrazione del Monte di pietÓ di Genova (21 marzo 1892-15 marzo 1895)
Presidente del Consiglio di amministrazione del Monte di pietÓ di Genova (26 marzo 1895-30 maggio 1912)
Membro del Consiglio di amministrazione della Cassa di risparmio di Genova e Imperia (6 aprile 1895-30 maggio 1912)

    .:: Nomina a senatore ::.

Proponente:Prefetto di Genova21/04/1888
Nomina:01/26/1889
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Tommaso Celesia
Convalida:13/02/1889
Giuramento:16/05/1889

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 20 gennaio 1897
Cavaliere del merito c[ivile] di Sassonia
Cavaliere dell'Aquila rossa (Prussia)

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1848 prima guerra d'indipendenza
Arma:Esercito: cavalleria
Decorazioni:Medaglia d'argento al valor militare


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
        Giuseppe Manfredi, Presidente

        Il giorno 14 corrente alle ore 16,50, dopo pochi giorni di malattia, Ŕ morto il nostro collega senatore marchese Ambrogio Doria.
        Ha lasciato scritto nel suo testamento, come la sua famiglia ci ha fatto conoscere a mezzo del prefetto di Genova, di voler la sua tumulazione senza nessuna pompa, di non voler alcun pubblico accompagnamento, quale competerebbe a lui come senatore del Regno, incaricando suo figlio di avvertire il Presidente del Senato della sua assoluta e formale rinuncia a qualunque commemorazione.
        Rispettando la volontÓ del defunto, preghiamo pace alla sua anima, rendiamo onore alla sua memoria. (Approvazioni).
        MORRA DI LAVRIANO. Domando di parlare.
        PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
        MORRA DI LAVRIANO. Rispetto anch’io il desiderio espresso dal compianto nostro collega, al quale avrei voluto inviare il saluto del fedele amico, amico da pi¨ di 64 anni, e del vecchio compagno d’arme. Mi limito a pregare l’illustre nostro Presidente a voler comunicare le condoglianze del Senato alla famiglia e alla cittÓ che ebbe l’onore di dargli i natali. (Approvazioni).
        CERRUTI. Domando la parola.
        PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
        CERRUTI. Ho domandato la parola perchÚ avevo intenzione di fare la stessa proposta del senatore Morra di Lariano.
        Comprendo la convenienza di aderire alla volontÓ espressa dal compianto senatore, di non fare di lui commemorazione alcuna, quantunque avrei voluto mettere in rilievo tutti gli eminenti servigi da lui resi alla patria.
        Mi pare pur tuttavia opportuno che alla famiglia siano espresse le condoglianze dei colleghi che l’ebbero carissimo. (Approvazioni).
        SACCHI, ministro dei lavori pubblici. Domando di parlare.
        PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
        SACCHI, ministro dei lavori pubblici. Il Governo si associa alle nobili parole pronunciate dall’illustre Presidente del Senato e dagli onorevoli senatori Morra e Cerreti per l’illustre senatore Doria, erede d’un nome tanto glorioso nella storia del nostro paese. (Bene).

        Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 17 giugno 1912.

Note:Il nome completo risulta essere: "Ambrogio Marcello Andrea Maria".
Ringraziamenti:Prof. Giuseppe Pericu Sindaco del Comune di Genova
Dott.ssa Raffaella Ponte Direttore dell'Archivio storico del Comune di Genova
Prof. Paola Massa preside del Dipartimento di Economia e metodi quantitativi, sezione di storia economica della FacoltÓ di Economia dell'universitÓ di Genova
Prof. Maria Stella Rollandi Dipartimento di Economia e metodi quantitativi, sezione di storia economica della FacoltÓ di Economia dell'universitÓ di Genova

Archivi:╚ istituito presso il Dipartimento di Economia e metodi quantitativi (DIEM) il Centro di studio e documentazione di Storia economica "Archivio Doria", ai sensi dell'articolo 85 del DPR 11.7.1980 n.382

AttivitÓ 0881_Doria_Ambrogio_IndiciAP.pdf0881_Doria_Ambrogio_IndiciAP.pdf