SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


LANDUCCI Lando

  







   Indice dell'AttivitÓ Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:06/02/1855
Luogo di nascita:SANSEPOLCRO (Arezzo)
Data del decesso:07/01/1937
Luogo di decesso:FIRENZE
Padre:Pietro
Madre:CAMAITI Aurelia
Coniuge:SERAFINI Adelina
Figli: Publio, console generale di prima classe a Strasburgo
Gina
Parenti:Serafini Filippo, suocero, senatore (vedi scheda)
Luogo di residenza:FIRENZE
Indirizzo:Via della Cernaia, 16
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Conseguiti nel:12/07/1877
Fonte:<Dizionario giuristi italiani>
Presso:UniversitÓ di Pisa
Professione:Docente universitario
Altre professioni:Avvocato
Carriera:Professore ordinario di Diritto romano alla UniversitÓ Libera di Urbino (25 ottobre 1877)
Professore ordinario di Istituzioni di diritto romano alla UniversitÓ di Padova (9 dicembre 1880)
Professore ordinario di Diritto romano alla UniversitÓ di Padova (27 agosto 1885)
Preside della FacoltÓ di giurisprudenza alla UniversitÓ di Padova (1920) (15 novembre 1925-1928)
Professore emerito della UniversitÓ di Padova (16 febbraio 1933)
Professore onorario della UniversitÓ Libera di Urbino
Cariche e titoli: Membro corrispondente dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (25 marzo 1897)
Membro effettivo dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (4 gennaio 1912)
Membro effettivo pensionato dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (31 dicembre 1922)
Vicepresidente dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (7 febbraio 1930-3 febbraio 1932)
Presidente dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (4 febbraio 1932-4 aprile 1934)
Presidente dell'Accademia di scienze, lettere e arti di Padova (1922-1924)

    .:: Nomina a senatore ::.

Proponente:Vicepresidente della Camera dei deputati13/09/1930
Sottosegretario di Stato al Ministero della giustizia e degli affari di culto
    Morelli Giuseppe
ante 23/09/1930
Ministro dell'agricoltura e foreste
    Acerbo Giacomo
04/01/1931
Prefetto di Arezzo
    Piva Silvio
18/02/1931
Prefetto di Arezzo
    Pietrabissa Pietro Paolo
11/10/1933
Prefetto di Venezia
    Beer Guido
03/11/1933
Autocandidato
1933
Ministro dell'educazione nazionale
    Ercole Francesco
09/12/1933
Prefetto di Firenze
    Maggioni Luigi
27/12/1933
Deputato
    Giuliano Balbino
13/02/1934
Ulteriori proposte precedenti: Segretario della federazione di Padova (Bonsembiante Francesco) 06/06/1930, Prefetto di Arezzo (Selvi Giovanni) 05/05/1930 e 06/08/1929, Segretario del PNF (Turati Augusto) 20/03/1929, Segretario della federazione di Arezzo ante 20/03/1929, Ministro dei lavori pubblici (Giuriati Giovanni) 22/08/1928, Sottosegretario di Stato al Ministero della pubblica istruzione (Bodrero Emilio) 24/08/1927, Autocandidature 09/08/1926, 24/04/1925, 11/04/1925, 22/10/1924, Sindaco di Padova <Greilani?> 14/05/1924, Autocandidature 12/05/1924, 25/01/1924, Ministro dell'agricoltura (De Capitani d'Arzago Giuseppe) 07/04/1923
Nomina:04/06/1934
Categoria:03
18
I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
I membri della Regia accademia delle scienze
dopo sette anni di nomina
Relatore:Alfredo Baccelli
Convalida:04/05/1934
Giuramento:23/05/1934

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 21 giugno 1885
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 3 giugno 1900
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 9 febbraio 1902
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 2 giugno 1915
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 18 gennaio 1891
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 28 dicembre 1905
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 29 dicembre 1930

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XXI
Arezzo
31-03-1901
Elezione in corso di legislatura. Ballottaggio
XXII
Arezzo
06-11-1904
XXIII
Arezzo
07-03-1909
XXIV
Arezzo
26-10-1913



    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Luigi Federzoni, Presidente
      "PRESIDENTE[...] Per cinquant'anni Lando Landucci aveva professato diritto romano dalla cattedra solenne di Padova. Maestro di maestri, ha affidato un suo notevolissimo contributo personale di ricerche e di esegesi a opere di raro valore. Peraltro gli studi giuridici e la missione dell'insegnamento non lo distolsero dal prendere assidua parte alla vita pubblica. Deputato per la sua Arezzo durante quattro legislature, milit˛ nel gruppo della destra liberale. Dichiaratamente favorevole all'intervento dell'Italia in guerra fin dal principio del conflitto mondiale, si schier˛ nel Fascio parlamentare fra i sostenitori della resistenza a oltranza quando la Patria dovette raccogliere tutte le sue energie contro la minaccia esterna e le insidie interne. Coerente alla propria linea di intemerato patriottismo, Lando Landucci aderý al Fascismo fin dal 1924. Era una stimabile figura di studioso e di italiano, che sarÓ a lungo rammentata e onorata. [...]
      ROSSONI, ministro dell'agricoltura e delle foreste. Domando di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
      ROSSONI, ministro dell'agricoltura e delle foreste. Il Governo si associa alle nobili parole di compianto pronunciate dal Presidente dell'Assemblea per la scomparsa dei senatori [...], Landucci, [...]".

      Senato del Regno, Atti parlamentari .Discussioni, 16 marzo 1937.