SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


BUTTINI Carlo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:07/22/1842
Luogo di nascita:SALUZZO (Cuneo)
Data del decesso:07/07/1901
Luogo di decesso:SALUZZO (Cuneo)
Padre:Giovanni Bonaventura, deputato
Madre:FINELLA Giuseppina
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:MAGNONE Pia
Figli: Giuseppina, che sposò Camillo PEANO, senatore (vedi scheda)
Matilde
Albertina
Natalina
Maria
Carlo Enrico
Celestina Serafina
Francesco Bonaventura
Parenti:BUTTINI Giovanni Bonaventura, avo paterno
FINELLA Carlo, avo materno
Professione:Avvocato
Cariche politico - amministrative:Presidente del Consiglio provinciale di Cuneo (1874) (1891-7 luglio 1901)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Saluzzo (1870-1889)
Assessore comunale di Saluzzo (1870-1872)
Consigliere e membro della Deputazione provinciale di Cuneo (1874-1895)
Cariche e titoli: Presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Saluzzo
Presidente della [Società operaia di mutuo soccorso di Saluzzo] (1862)
Presidente onorario della [Società operaia di mutuo soccorso di Saluzzo] (1890)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/17/1898
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:24/11/1898
Giuramento:09/12/1898

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 1879
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 17 gennaio 1886
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 21 giugno 1891

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XV
Cuneo II (Saluzzo)
29-10-1882
Non risulta
XVI
Cuneo II (Saluzzo)
23-5-1886
Non risulta
XVII
Cuneo II (Saluzzo)
23-11-1890
Non risulta
XVIII
Saluzzo
6-11-1892
Non risulta
XIX
Saluzzo
26-5-1895*
Non risulta
Ballottaggio il 2 giugno 1895


    .:: Governo ::.

    Governo:
Sottosegretario di Stato al Ministero dei lavori pubblici (19 febbraio 1891-10 maggio 1892)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Giuseppe Saracco, Presidente

      Signori senatori! [...]
      Carlo Buttini morì nello scorso luglio in Saluzzo dove aveva sortito i natali, nell'età di soli 58 anni, ma visse abbastanza, perché il nome di lui debba essere compreso nel novero di coloro che hanno servito con onore, e bene meritato della patria. Nato di padre che appartenne al Parlamento subalpino, entrò ancor giovane, a far parte della Camera dei deputati per volontà degli elettori di Saluzzo, e sempre rieletto fino alle ultime elezioni generali, spiegò in ogni tempo una diligenza incomparabile, che congiunta alla molta dottrina, e ad una Facoltà di eloquio non comune, lo fece degno di prender posto fra i membri più distinti della Camera elettiva. Il nostro Buttini soleva trattare di preferenza le questioni ferroviarie, e fu meritamente chiamato a coprire la carica di segretario generale nel Ministero dei lavori pubblici, che tenne egregiamente.
      Ad esso, ed alla sua insistenza va debitrice in principal modo la Provincia di Cuneo, se trovasi attraversata da una rete di ferrovie secondarie che nessun'altra provincia possede in ragion di numero, ed il Buttini appartenne a quel gruppo di deputati, i quali tanto si adoperarono che giunsero ad ottenere una cospicua riduzione sulla quota addebitata alle provincie chiamate a concorrere nella spesa di costruzione delle ferrovie contemplate dalla legge del 1879, col guadagno di un duecentomila lire per la Provincia di Cuneo. Sembra però che questi benefizi resi a quei luoghi non gli abbiano recato fortuna, poiché cadde nelle ultime elezioni generali.
      Egli adunque poteva aspirare, a buon diritto, a sedere in mezzo a noi, ed è col decreto del 17 novembre 1898 che fu nominato senatore. Ed anche qui fece prova di singolare dottrina, e di una speciale attitudine agli affari! Facile e discreto oratore sovra tutto. Carlo Buttini esercitò ancora l'avvocatura con singolare perizia, e da parecchi anni teneva l'ufficio di presidente del Consiglio provinciale, che ne piange amaramente la perdita immatura.
      Onore, o colleghi, onore alla memoria di quest'uomo, e trovi esso nel sepolcro quella pace che gli fu negata talvolta su questa terra, per le sue rare qualità di mente e di cuore. (Benissimo). [...]
      LAMPERTICO. Domando la parola.
      PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
      LAMPERTICO. Non sapendo dire meglio di quello che ha detto il presidente, mi associo alle parole da lui pronunciate, come certo vi si associa il Senato.
      Rimane la consuetudine, sempre bella, di manifestare i nostri sentimenti alle famiglie. Però a me pare superfluo esprimere questo voto, non essendovi dubbio che il nostro Presidente lo compia, se già non lo ha prevenuto.
      PRESIDENTE. Mi sento in dovere di dichiarare al collega Lampertico che vennero già inviate le condoglianze del Senato alle famiglie del senatori defunti.
      COCCO-ORTU, ministro di grazia e giustizia e dei culti. Domando la parola.
      PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
      COCCO-ORTU, ministro di grazia e giustizia e dei culti. In nome del Governo, mi associo alle eloquenti parole di mesto rimpianto, al tributo di omaggio reso dal nostro Presidente agli eminenti cittadini, rapiti alle arti, al foro, alla magistratura, all'esercito, alla cosa pubblica; i quali furono tutti vanto e decoro del Parlamento, onore del nome italiano. (Approvazioni).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 27 novembre 1901.

Note:Il nome completo risulta essere: "Carlo Giuseppe Bonaventura Marc'Antonio".
Ringraziamenti:Dott. Paolo Allemano Sindaco del Comune di Saluzzo
Dott. Antonella Rey archivista del Comune di Saluzzo


Attività 0364_Buttini_IndiciAP.pdf