SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


CASTELLANO Enrico

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/11/1825
Luogo di nascita:NAPOLI
Data del decesso:12/04/1890
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Francesco
Madre:SANGES Anna Maria
Coniuge:MAZZARELLA Virginia
Figli: Francesco
Eduardo
Emilia
Bianca
Professione:Avvocato
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Napoli
Membro della Deputazione provinciale di Napoli
Cariche e titoli: Membro del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Napoli (1875)
Membro ordinario del Consiglio sanitario provinciale di Napoli
Delegato del Consiglio generale del Banco di Napoli (1876-1879)
Membro elettivo del Consiglio generale del Banco di Napoli (1879-s.d.)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/16/1882
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Francesco Ghiglieri
Convalida:29/11/1882
Giuramento:22/11/1882
Annotazioni:Giuramento prestato prima della convalida, in seduta reale d’inaugurazione di sessione parlamentare

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 19 maggio 1862
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
VIII
Napoli XII
27-1-1861*
Sinistra
Ballottaggio il 3 febbraio 1861
XII
Napoli III
8-11-1874**
Sinistra
Ballottaggio il 15 novembre 1874
XIII
Napoli III
5-11-1876
Sinistra
XIV
Napoli III
16-5-1880***
Sinistra
Ballottaggio il 23 maggio 1880


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
Domenico Farini, Presidente

Con l'animo dolente debbo comunicarvi, signori senatori, la morte del collega nostro, avv. Enrico Castellano.
Deputato per quattro legislature, la VIII, la XII, la XIII e la XIV; senatore dal 16 novembre 1882, Enrico Castellano, nei due rami del Parlamento lascia amici non pochi, non pochi estimatori dell'animo buono e dell'ingegno elettissimo.
Avvocato di grido, nel diritto civile e commerciale molto perito, lascia nel fôro napoletano un nome onorato e caro.
Nella Camera dei deputati, dove soprattutto si svolse la sua politica attività, rimane memoria durevole della operosità e della facondia colla quale spesso fece manifesta la cultura e dottrina onde andava adorno.
Era nato a Napoli l'11 marzo 1825; a Napoli morì il 12 aprile 1890.
E Napoli che gli diede, finché visse, ogni maggiore attestazione di stima e di fiducia, deputandolo a suo rappresentante e nei consigli locali e nella Camera, morto lo onorò di rammarico e di lagrime.
A quel rammarico, a quel cordoglio si associa oggi il Senato.
CRISPI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Chiedo di parlare.
PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
CRISPI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Il Governo si associa ai tributi di lode resi al senatore Castellano.
È cosa verissima che alla Camera e al Senato egli diede prova del suo eletto ingegno e dei suoi studi; ed il rammarico per la sua morte non può essere che sentito e profondo.
.

Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 21 aprile 1890.

Ringraziamenti:- Fondazione dell'Istituto Banco di Napoli

Attività 0493_Castellano_IndiciAP.pdf