SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


PANSA Alberto

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:02/08/1844
Luogo di nascita:TORINO
Data del decesso:04/04/1928
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Giuseppe
Madre:PIRONDI Caterina
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:GIGLI LEROI Maria
Luogo di residenza:REGGIO EMILIA
Altra residenza:ROMA
Indirizzo:Via Nomentana, 13
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:Università di Torino
Professione:Diplomatico
Carriera giovanile / cariche minori:
Carriera:Inviato straordinario e ministro plenipotenziario di II classe (21 febbraio 1892) a Il Cairo (8 febbraio 1894), Costantinopoli (15 settembre 1895), Londra (10 marzo 1901)
Inviato straordinario e ministro plenipotenziario di I classe (31 agosto 1901-20 novembre 1912) a Berlino (22 novembre 1906)
Ambasciatore (15 dicembre 1912) (titolo onorario conferito al momento del collocamento a riposo)
Cariche e titoli: Socio della Società geografica italiana (1870)
Socio del Club alpino italiano CAI, sezione di Roma

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/04/1905
Categoria:06 Gli Ambasciatori
Relatore:Ernesto Balbo Bertone di Sambuy
Convalida:05/04/1905
Giuramento:15/05/1905
Annotazioni:Gruppo Senato: Non ascritto a gruppi

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 5 giugno 1879
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 3 giugno 1884
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 20 gennaio 1895
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 5 gennaio 1904
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame dei disegni di legge sui trattati internazionali (17 dicembre 1914-29 settembre 1919) (10 dicembre 1919-18 luglio 1920)
Membro della Commissione per la politica estera (19 luglio 1920-7 aprile 1921) (16 giugno 1921-10 dicembre 1923)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
                Tommaso Tittoni, Presidente

                Onorevoli colleghi. [...] Il 4 aprile moriva in Roma il senatore Alberto Pansa, che era nato a Torino l'8 febbraio 1844.
                Laureatosi in giurisprudenza nell'anno 1863 nell'Ateneo di Torino, entrò nel Ministero degli esteri nel 1865, distinguendosi subito per l'acutezza dell'ingegno, il tratto signorile e la spiccata attitudine per la carriera diplomatica.
                Dopo essere stato fino al 1877 al Ministero, fu inviato ad Atene in qualità di primo segretario presso quella legazione; poi venne successivamente destinato a Bucarest, a Belgrado, poi a Berlino, durante la conferenza per gli affari della Grecia nel 1881, indi nuovamente a Belgrado e poi a Costantinopoli con funzioni di consigliere. Segretario di legazione a Budapest con patenti di console generale nel 1886, dopo due anni meritò la promozione a consigliere e fu destinato a Pechino. Nel '94 fu al Cairo quale inviato straordinario e ministro plenipotenziario, poi Costantinopoli nell'anno successivo, indi successivamente a Londra ed a Berlino con credenziali di ambasciatore, finché, a sua domanda, lo raggiunse il collocamento a riposo il 1° gennaio 1913.
                In tutta la sua eletta carriera, durata quasi un cinquantennio, dette mirabile esempio di rettitudine, di intelligente operosità e di tatto elevato nella trattazione degli importanti incarichi e delle delicatissime mansioni a lui affidate e l'opera sua fu sempre inspirata agli interessi supremi del paese, rendendosi fedele interprete delle direttive politiche del Governo.
                Competentissimo nell'amministrazione degli esteri, allorché la Capitale del Regno da Torino fu trasferita a Firenze e quindi a Roma, egli, che era al Gabinetto del Ministero, molto contribuì ad organizzare ed avviare gli uffici del Ministero nella nuova, ambita e definitiva sede. Merita anche di essere ricordata l'opera da lui svolta a Costantinopoli, nel triste periodo delle stragi contro i cristiani in Candia e del conflitto greco turco del 1897: ed egli si segnalò fra tutti gli ambasciatori delle Potenze per il contegno fermo e reciso dimostrato verso il Governo turco. Egli fu ambasciatore a Londra in un'epoca in cui la posizione dell'Italia nella politica internazionale era particolarmente delicata per la partecipazione nostra alla triplice Alleanza e durante la sua permanenza colà seppe molto contribuire a mantenere alle nostre relazioni con l'Inghilterra quel carattere di cordialità e di amicizia che doveva, più tardi, sboccare nella fraternità delle armi durante l'immane conflitto.
                Era nostro collega, amato e ben voluto da tutti, dal 4 marzo 1905: fu sempre assiduo ai nostri lavori, e dette il prezioso contributo della sua competenza nelle questioni internazionali facendo parte della Commissione dei trattati e di quella di politica estera.
                Salutiamo riverenti la memoria dell'illustre collega scomparso ed inviamo alla famiglia tanto duramente colpita, l'espressione del nostro profondo cordoglio. (Benissimo).

                Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 3 maggio 1928.

Ringraziamenti:Dott.ssa Margherita Martelli - Società geografica italiana
Alessandra Ravelli - Biblioteca nazionale CAI


Attività 1655_Pansa_IndiciAP.pdf1655_Pansa_IndiciAP.pdf