SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


CORSI Luigi

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:02/10/1815
Luogo di nascita:SAVONA
Data del decesso:08/12/1897
Luogo di decesso:SAVONA
Padre:Carlo
Madre:VICO Carolina
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariMarchese
Nobile di Savona
Coniuge:LAZARI Enrichetta
Figli: Virginia, che sposò Nicolò BOGGIANO
Alessandro, che sposò la contessa Irene Beccaria Incisa ed era padre di Maria, Enrichetta, Luigi, Giuseppina
Carlo
Emilia
Giuseppina
Carolina
Fratelli:Rosa
Parenti:LAZARI Fabrizio, suocero
FAÀ DI BRUNO Virginia, suocera
Professione:Avvocato
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Savona (1861-1874) (1895)
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Genova
Cariche e titoli: Presidente del Comizio agrario di Savona
Presidente onorario del Comizio agrario di Savona
Vicepresidente della Giunta di vigilanza dell'Istituto di marina mercantile di Savona
Membro dell'Istituto di incoraggiamento di Napoli
Membro della Società savonese di storia patria (1888)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:02/28/1876
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Luigi Agostino Casati
Convalida:10/03/1876
Giuramento:10/03/1876

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 6 giugno 1892

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
IV
Cairo Montenotte
9-12-1849*
Destra
Ballottaggio l'11 dicembre 1849
V
Cairo Montenotte
8-12-1853
Destra
VI
Cairo Montenotte
15-11-1857**
Destra
Ballottaggio il 18 novembre 1857


    .:: Senato del Regno ::.

Cariche:Segretario (13 dicembre 1881-25 settembre 1882) (29 febbraio 1884-27 aprile 1886) (11 giugno 1886-3 agosto 1890) (11 dicembre 1890-27 settembre 1892) (24 novembre 1892-13 gennaio 1895) (11 giugno 1895-2 marzo 1897)
Commissioni:Membro della Giunta d'inchiesta per la Marina mercantile (13 maggio 1881)
Membro della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge relativo ai centesimi addizionali (12 marzo 1891)
Membro della Commissione speciale per l'esame dei disegni di legge relativi alle eccedenze dei limiti legali delle imposte dirette (4 marzo 1893)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Luigi Cremona, Vicepresidente

      Prego il senatore, segretario, Colonna-Avella, di leggere la commemorazione del senatore Corsi Luigi, redatta dall'onorevole nostro collega, il senatore Guarnieri.
      Il senatore, segretario, Colonna-Avella legge:.
      “Signori senatori.
      Un'altra nobile e patriottica figura è sparita da quest'Aula. L'esimio marchese Luigi Corsi è mancato ai viventi l'8 dicembre di quest'anno nella sua cara città di Savona.
      Nato colà il 10 febbraio 1815 da patrizia famiglia, ebbe carattere e spirito di italiano patriotta, e come capo di un corpo di volontari genovesi combatté nella prima guerra dell'indipendenza italiana del 1848-49, meritandosi la medaglia del valore militare non solo, ma un encomio dal ministro della guerra generale Bava alla tribuna del Parlamento subalpino nella tornata del 17 settembre 1849.
      Entrato in quel Parlamento, egli vi durò per ben undici anni, e per il periodo di tre legislature, nel quale ebbe larga parte ai lavori legislativi, vi pronunciò importanti discorsi, che furono prova della sua alta competenza in materie d'ordine economico e politico, e fu membro della Commissione del bilancio.
      Eletto senatore nel 28 febbraio 1876 fu ben presto dalla fiducia dei suoi colleghi nominato segretario dell'Ufficio di Presidenza, e vi perdurò ben quasi 17 anni, cioè dalla sessione parlamentare 1880-82 a quella del 1895-97. E ne uscì solo quando la sua vecchia età, e la sua malferma salute gli impedirono di adempierne i doveri. Modesto e laborioso egli ebbe a partecipare col suo senno, e colla sua larga esperienza di affari ai lavori di questo consesso.
      L'amore profondo per la grande patria italiana non gli impedì di avere il culto, e la devozione filiale per la sua cara città natia, per la sua diletta Savona.
      Egli comprese che la vita d'Italia sta in quella dei suoi Municipii, e trasformò la città di Savona in un grande centro commerciale, industriale e di cultura scientifica ed artistica. Onorato dalla stima dei suoi concittadini dell'ufficio di Sindaco lo tenne, salvo brevi intervalli, per quasi 14 anni, cioè dal 1861 al 1874, ed in quella civica magistratura seppe compiervi radicali riforme, precipuamente nell'ampliamento e risanamento di quella città e nell'istruzione pubblica e popolare. La sua morte è lutto universale per quella città.
      Educato alla scuola dei grandi patriotti italiani ebbe fede, principii e spirito d'uomo moderato, e vi persisté sino alla tomba, esempio raro in questi mutabili tempi”. (Bene). [...]
      GADDA. Domando la parola.
      PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
      GADDA. Io mi permetto di proporre al Senato, che vengano inviate condoglianze in suo nome alle famiglie dei senatori Brioschi, Alfieri e Corsi.
      Credo non sia il caso di aggiungere altra parola, certo come sono, di interpretare il sentimento di tutti i colleghi. (Bene).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 20 dicembre 1897.

Ringraziamenti:Dott. Federico Berruti Sindaco del Comune di Savona
Biblioteca della Società savonese di Storia patria


Attività 0648_Corsi_Luigi_IndiciAP.pdf