SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


BIANCHI Luigi

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:01/18/1856
Luogo di nascita:PARMA
Data del decesso:06/06/1928
Luogo di decesso:PISA
Padre:Francesco, senatore
Madre:BIANCHI Clelia
Coniuge:TOFANI Teresa
Figli: Paola
Luogo di residenza:PISA
Titoli di studio:Diploma in scienze (1)
Laurea in matematica (2)
Conseguiti nel:1877 (1)
30/11/1877 (2)
Fonte:1877 (1)
30/11/1877 <DBI> (2)
Presso:Scuola normale superiore di Pisa (1)
Università di Pisa (2)
Professione:Docente universitario
Carriera:Professore ordinario di Geometria analitica alla Scuola normale superiore di Pisa (13 febbraio 1890)
Direttore della Scuola normale superiore di Pisa (21 novembre 1918-1928)
Cariche e titoli: Socio corrispondente della Accademia dei Lincei di Roma (1° agosto 1887)
Socio nazionale dell'Accademia dei Lincei di Roma (7 novembre 1893)
Socio corrispondente dell'Accademia delle scienze di Torino (27 maggio 1894)
Socio effettivo dell'Accademia delle scienze di Torino (13 febbraio 1898)
Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1° settembre 1923-10 febbraio 1926)
Membro corrispondente della Società reale di Napoli (9 agosto 1890)
Membro non residente della Società reale di Napoli (24 giugno 1922)

    .:: Nomina a senatore ::.

Proponente:Deputatos.d.
Deputazione provinciale di Pisa
s.d.
Vice Commissario straordinario per l'Istituto nazionale delle assicurazioni
    Rocca Massimo
s.d.
Nomina:09/18/1924
Categoria:18 I membri della Regia accademia delle scienze
dopo sette anni di nomina
Relatore:Vittorio Polacco
Convalida:21/11/1924
Giuramento:22/11/1924

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia 1° febbraio 1906



    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Tommaso Tittoni, Presidente
                      "PRESIDENTE. (Si alza e con lui si alzano i senatori ed i membri del Governo)

                      Onorevoli Colleghi,

                      Mi giunge ora la dolorosa notizia della morte del senatore Luigi Bianchi, avvenuta questa notte all'una in Pisa, dopo brevissima malattia. A questo insigne collega, che onorava la scienza italiana, noi vogliamo rendere subito il nostro tributo di affetto, anche se la brevità del tempo non mi consente di ricordarvi diffusamente i preclari meriti di lui.
                      Luigi Bianchi, che era nato in Parma il 18 gennaio 1856, fu matematico di grande valore. Nominato giovanissimo, nel 1881, professore nella Regia scuola normale superiore di Pisa, affermatosi poi ancor più per i suoi poderosi lavori, saliva nel 1886 la cattedra di geometria proiettiva e descrittiva nella stessa Università, passando l'anno successivo alla cattedra di geometria analitica. Per la sua profonda e vasta cultura tenne per lunghi anni anche l'incarico di altri difficili e delicati insegnamenti come quelli di geometria differenziale, di matematiche superiori e poi di analisi superiore, e dalla cattedra e coi suoi numerosi scritti, che ebbero anche oltralpe grande rinomanza, venendo alcuni pure tradotti in altre lingue, egli diffuse luce vivissima nelle discipline da lui coltivate. Onde, per il posto eminente conseguito nella scienza, fin dal 1893 veniva nominato socio dell'Accademia dei Lincei e socio fu pure di numerosi altri importanti istituti scientifici, come la Regia Accademia delle scienze di Torino, la Società Reale di Napoli.
                      Nel 1918 veniva poi anche nominato direttore della Regia scuola normale di Pisa, succedendo nell'elevato ufficio ad Alessandro D'Ancona e ad Ulisse Dini; e nel 1923 fu chiamato a far parte del Consiglio Superiore della pubblica istruzione.
                      Giusto riconoscimento delle benemerenze scientifiche di Luigi Bianchi fu quindi la nomina di lui a Senatore, decretata il 18 settembre 1924 e lutto grande per la scienza è oggi la dipartita dell'insigne collega.
                      Noi ci inchiniamo con reverenza sulla bara di lui ed inviamo alla famiglia desolata l'espressione del nostro profondo cordoglio. (Bene).
                      VOLPI, ministro delle finanze. Domando di parlare.
                      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
                      VOLPI, ministro delle finanze. Il Governo si associa al compianto dell'Alta Assemblea per la morte del senatore Luigi Bianchi."

                      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 6 giugno 1928.