SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


COCCHIA Enrico

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:06/06/1859
Luogo di nascita:AVELLINO
Data del decesso:13/08/1930
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Michele
Madre:DEL FRANCO Rosa
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:DEL FRANCO Giovanna
Figli: Enrico
Luogo di residenza:NAPOLI
Indirizzo:Via Duomo, 50
Titoli di studio:Laurea in lettere
Presso:Università di Napoli
Professione:Docente universitario
Carriera giovanile / cariche minori:
Carriera:Professore ordinario di Letteratura latina all'Università di Napoli (14 novembre 1888-13 agosto 1930)
Rettore dell'Università di Napoli (22 agosto 1913-1915)
Preside della Facoltà di lettere dell'Università di Napoli
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Avellino (1902-1904)
Cariche e titoli: Direttore degli studi dell'Istituto orientale di Napoli
Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1° luglio 1901-30 giugno 1905) (1° luglio 1906-30 giugno 1911)
Membro della Giunta del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1° marzo 1910-30 giugno 1911)
Socio residente dell'Accademia pontaniana di Napoli (7 aprile 1895)
Membro ordinario della Società reale di Napoli (18 maggio 1893)
Socio dell'Accademia nazionale di scienze, lettere ed arti di Modena (1920)
Socio dell'Accademia di scienze, lettere e arti di Padova

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/24/1913
Categoria:18
19
I membri della Regia accademia delle scienze
dopo sette anni di nomina
I membri ordinari del Consiglio superiore di istruzione pubblica
dopo sette anni di esercizio
Relatore:Adeodato Bonasi
Convalida:08/12/1913
Giuramento:30/12/1913
Annotazioni:Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 20 marzo 1898
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 9 giugno 1901
Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia 18 giugno 1922


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:
Membro del Consiglio centrale per le scuole italiane all'estero (31 gennaio 1921-19 aprile 1923)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Luigi Federzoni, Presidente

      Numerose e gravi perdite hanno dolorosamente tolto all'Assemblea, durante la lunga interruzione dei suoi lavori, molti uomini che l'onoravano con la sapienza politica, col prestigio della cultura e con la devozione alla patria. Ricordare i loro nomi e le loro benemerenze, non è, per noi, ossequio a una consuetudine formale, bensì debito di affettuosa riconoscenza.
      Taluni dei colleghi scomparsi trovarono in quest'Aula degno compimento di lunghe e fortunose carriere parlamentari. [...]
      A questi nomi di colleghi che erano saliti ad alta rinomanza nel campo delle scienze mediche dobbiamo malauguratamente accompagnare quelli di altri che, in mezzo a noi, rappresentavano l'eccellenza conquistata negli studi letterari e filologici: Enrico Cocchia, [...]
      Rare volte la cattedra universitaria di letteratura latina fu illustrata da un maestro così compiuto come Enrico Cocchia: in lui la penetrazione prodigiosa dei testi e delle fonti, una preparazione storica, archeologica e glottologica larga e sicura, una conoscenza amplissima di lingue e letterature antiche e moderne; ma tali attitudini, instancabilmente perfezionate in quarant'anni di scuola e di produzione scientifica, si avvivavano per le calde virtù dell'umanista e dell'educatore, che alitavano la vita nell'indagine critica. Accanto alle opere di ricerca erudita, le pagine autobiografiche delle Rimembranze rimarranno a rispecchiare la gentilezza d'animo e lo spontaneo senso d'arte del sommo filologo irpino.
      Alla memoria di coloro che la morte ci ha rapiti rivolgiamo, onorevoli colleghi, il nostro pensiero di mesto e reverente rimpianto.
      MUSSOLINI, capo del Governo, primo ministro. Chiedo di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
      MUSSOLINI, capo del Governo, primo ministro. Il Governo si associa alle nobili parole commemorative pronunciate dal Presidente dell'Assemblea.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 9 dicembre 1930.

Ringraziamenti:-Sindaco di Avellino
-Direttore dell'Archivio storico del comune di Avellino Andrea Massaro
Prof. Antonio Garzya presidente dell'Accademia pontaniana


Attività 0589_Cocchia_IndiciAP.pdf