SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


LUZI Carlo

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/08/1818
Luogo di nascita:SANSEVERINO (Macerata) - oggi SAN SEVERINO MARCHE (Macerata)
Data del decesso:16/01/1899
Luogo di decesso:SANSEVERINO (Macerata) - oggi SAN SEVERINO MARCHE
Padre:Antonio Nicola
Madre:TINTI Marianna
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariMarchese di Votalarca, titolo concesso da Papa Pio VII nel 1815
Patrizio di Sanseverino
Nobile di Montalto
Coniuge:MATTIOLI Bianca, nobile
Figli: Francesco (Gianfrancesco), che sposò Sofia RUTILONI ed era padre di Bianca e di Elisa, nipoti;
Marianna, che sposò Filippo CASTIGLIONI e madre di Giulietta;
Giangiacomo, padre di Giovan Carlo, Giovan Alberto, nipoti;
Elena
Fratelli:Giuseppe
Giovanni
Parenti:LUZI Giancarlo, avo paterno
LUZI mons. Bernardino, prozio
LUZI mons. Luigi, prozio
PINI Elena, ava materna
MATTIOLI Alberto, suocero
MATTIOLI LETTIMI Luisa, nobile, suocera
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:Università di Roma
Professione:Possidente
Altre professioni:Avvocato
Cariche amministrative:Membro della Commissione straordinaria per il governo della provincia di Macerata (autunno 1860)
Consigliere comunale di San Severino Marche
Consigliere comunale di Treia
Consigliere provinciale di Macerata
Cariche e titoli: Membro della Guardia civica di Roma (Stato pontificio) [1848]
Presidente dell'Orfanotrofio femminile di Sanseverino Marche
Giudice conciliatore di Sanseverino Marche

    .:: Nomina a senatore ::.

Proponente:Deputato[ante 03/08/1892]
Deputato
    Zucconi Giovanni
[ante 03/08/1892]
Prefetto di Macerata
    Ovidi Luigi
03/08/1892
Nomina:10/10/1892
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:29/11/1892
Giuramento:23/11/1892
Annotazioni:Giuramento prestato prima della convalida, in seduta reale d’inaugurazione di sessione parlamentare


    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
VIII
San Severino
27-1-1861*
Indipendente
Ballottaggio il 3 febbraio 1861
IX
San Severino
22-10-1865**
Indipendente
Ballottaggio il 29 ottobre 1865
XI
San Severino
20-11-1870***
Indipendente
Ballottaggio il 27 novembre 1870
XVI
Macerata
23-5-1886
Indipendente
XVII
Macerata
23-11-1890****
Indipendente
Annullamento il 3 marzo 1891. Rielezione il 5 aprile 1891


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti parlamentari Commemorazioni.
    Giuseppe Saracco, Presidente

    Ho un dolorosa notizia da comunicare al Senato.
    Il marchese Carlo Luzi, collega nostro dal 10 ottobre 1892, moriva stamane in Sanseverino (Marche), dove era nato l'8 marzo 1818!
    Il marchese Luzi era uno fra i più provati patrioti delle Marche, e però i compatrioti dell'egregio uomo che avevano avuto l'opportunità di apprezzarne l'ingegno e la vita intemerata, lo inviarono a sedere nella Camera elettiva fin dal 3 febbraio 1861, quale rappresentante del collegio di Sanseverino.
    Rieletto nella nona e nella undecima legislatura, egli adempì sempre con solerzia il nobile ufficio, ed anche in appresso, quando il collegio di Macerata gli diede e riconfermò il mandato nel 1886 e nel 1891, mostrò con la nobiltà della vita e con la indipendenza del carattere, di non essere inferiore ad alcuno nella difesa degli interessi dello Stato, e di tutto ciò che gli pareva giusto ed onesto.
    Di lui è rimasta particolarmente memoria, che nel 1865 era riescito ad ottenere il voto favorevole della Camera elettiva ad un suo emendamento all'articolo 6 di un progetto di legge sulle corporazioni religiose che faceva divieto ai frati pensionati di vestire l'abito monastico. Più tardi, il Parlamento entrò in diverse sentenze, ed il divieto fu tolto.
    Ora il marchese Carlo Luzi non è più, ma le patriottiche Marche potranno sempre andare orgogliose di aver dato i natali ad un uomo così benemerito per i molti servigi resi alla patria; e noi che ebbimo opportunità di ammirarne per tanti anni le civili virtù, e particolarmente il carattere fiero ed indipendente, non mai disgiunto da una grande abnegazione personale e dal rispetto alle opinioni altrui, serberemo lungamente del perduto collega il più caro ed affettuoso ricordo. (Bene).
    SPROVIERI. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    SPROVIERI. Il Luzi mi fu compagno alla Camera dei deputati per molte legislature; fu insigne patriotta, soffrì molto per la patria e fu valoroso soldato, anzi il Petruccelli della Gattina, parlando di lui, lo chiama audace soldato.
    Io da questo banco mando un saluto affettuoso all’amico estinto, con preghiera al Senato e all’illustre Presidente di mandare le nostre condoglianze alla famiglia del compianto collega.
    PELLOUX, presidente del Consiglio. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    PELLOUX, presidente del Consiglio. Mi associo in nome del Governo alle nobili parole espresse dall’illustre nostro Presidente e dall’egregio collega senatore Sprovieri in memoria del compianto senatore Luzi. Mi unisco inoltre alla proposta da lui fatta d’inviare le condoglianze alla desolata famiglia.
    PRESIDENTE. Come il Senato ha udito, il senatore Sprovieri propone che s’inviino le condoglianze alla famiglia del compianto collega Luzi.
    Chi approva questa proposta è pregato di alzarsi.
    (Approvato).

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 16 gennaio 1899.

Note:Il nome completo risulta essere: "Giancarlo".
Ringraziamenti:- Sig. Cesare Martini Sindaco del Comune di San Severino Marche
- Dott.ssa Alessandra Aronne Assessore allo sviluppo culturale di Sanseverino Marche
- Dott. Raoul Paciaroni Direttore dell'Archivio storico di Sanseverino Marche


Attività 1307_Luzi_IndiciAP.pdf