SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


PONZA DI SAN MARTINO Coriolano

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:10/09/1842
Luogo di nascita:TORINO
Data del decesso:06/01/1926
Luogo di decesso:CUNEO
Padre:Gustavo, senatore (vedi scheda)
Madre:MALINGRI DI BAGNOLO Luisa Minervina
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariConte di S. Martino, titolo riconosciuto il 30 giugno 1896
Coniuge:VALBURGA Gabriella Maria, dei marchesi DEL CARRETTO DI MILLESIMO
Figli: Minervina Emilia, che sposò Aleramo TORNIELLI
Olderico
Ersilia Laura
Fratelli:Cesare, senatore (vedi scheda)
Olderico
Maria
Ottavio
Clorinda
Giuseppina
Parenti:DEL CARRETTO DI MILLESIMO Gustavo, marchese
Luogo di residenza:DRONERO (Cuneo)
Indirizzo:Via Statuto, 4
Titoli di studio:Scuola militare
Scuole militari:Accademia militare di Torino (20 agosto 1857-1860)
Professione:Militare di carriera (Esercito)
Carriera giovanile / cariche minori:
Carriera:Tenente colonnello (20 ottobre 1882)
Colonnello (26 settembre 1886)
Maggiore generale (8 marzo 1894)
Tenente generale (19 ottobre 1898-1909. Data del collocamento a riposo)
Cariche e titoli: Istruttore alla Scuola di applicazione d'artiglieria e genio (4 novembre 1875-26 agosto 1877)
Capo di divisione al Ministero della guerra (incaricato, 18 settembre 1882-18 dicembre 1884)
Aiutante di campo generale di SM il Re (13 febbraio 1896)
Aiutante di campo generale onorario di SM il Re (19 ottobre 1898)
Comandante di corpo d'armata (1904-1909)
Sottocapo di Stato maggiore dell'esercito

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:04/08/1900
Categoria:05 I Ministri segretari di Stato
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:30/04/1900
Giuramento:01/05/1900
Annotazioni:Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 4 gennaio 1880
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 18 dicembre 1883
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 18 dicembre 1884
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 11 aprile 1898
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 16 gennaio 1883
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 24 maggio 1888
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 3 dicembre 1896
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 14 gennaio 1909

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1866 terza guerra di indipendenza
1887 campagna d'Africa
Arma:Esercito: Artiglieria, corpo di Stato maggiore, Bersaglieri
Decorazioni:Medaglia d'argento al valor militare, medaglia per l'Indipendenza e l'Unità d'Italia, medaglia col motto "Unità d'Italia 1848-1870",; medaglia a ricordo delle campagne d'Africa, medaglia mauriziana al merito militare di dieci lustri


    .:: Governo ::.

    Governo:
Ministro della guerra (7 aprile-24 giugno 1900), (24 giugno 1900-14 febbraio 1901), (15 febbraio 1901-27 aprile 1902)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tommaso Tittoni, Presidente

      Onorevoli colleghi, anche questo intervallo di lavori ci ha recato alcune perdite dolorose. [...]
      Il 6 gennaio moriva in Cuneo il tenente generale conte Coriolano Ponza di San Martino. Nato il 9 ottobre 1842 in Torino, da patrizia famiglia piemontese che ha già dato altri uomini illustri alla patria e al Senato, a 15 anni entrò in quella Regia Accademia militare. Tre anni dopo conseguiva la nomina a sottotenente d'artiglieria e nel 1866, già capitano, prendeva parte alla guerra, procacciandosi la medaglia d'argento al valore militare per il sangue freddo e il valore dimostrati nel fatto d'armi di Villafranca; e questo luminoso episodio non è estraneo alla fiducia e all'amicizia che l'allora principe Umberto sempre gli dimostrò. Il conte Ponza percorse poi rapidamente le varie tappe della carriera, durante le quali fu volta a volta istruttore alla scuola d'applicazione d'artiglieria e genio, capo divisione al Ministero della guerra, poi comandante del 7° reggimento bersaglieri. Passato nel 1887 a comandare il 1° reggimento cacciatori d'Africa, prese parte alle campagne nella nostra nuova colonia. Rientrato in Italia, fu successivamente capo di Stato maggiore del IX corpo d'Armata, maggior generale comandante la brigata Pistoia, dal 1896 al 1898 aiutante di campo generale effettivo di Sua Maestà il Re, indi comandante la divisione di Livorno e comandante in seconda del corpo di Stato maggiore.
      La fama meritamente acquistatasi non solo di capo valoroso, ma anche di tecnico competentissimo, gli valse l'esser chiamato a reggere il dicastero militare ininterrottamente dall'aprile 1900 all'aprile 1902, nei gabinetti Pelloux, Saracco e Zanardelli, confermando le sue eminenti doti di attività, di cultura e di carattere. Lasciata la carica di ministro, fu comandante della divisione di Firenze, poi del VI° Corpo di Armata, espletando incarichi importantissimi relativi alla preparazione della difesa nazionale. Nel 1909 lasciò l'esercito, cui aveva dedicato 52 anni di sua vita, sicché nel 1905 gli era stata conferita la medaglia Mauriziana al merito militare di dieci lustri. Studioso appassionato dei problemi agrari, che aveva approfondito anche nei suoi viaggi all'estero, si dedicò all'amministrazione delle sue vaste tenute, imprimendo loro un notevolissimo sviluppo. Le lasciò solo temporaneamente durante la guerra europea, in cui, non potendo prestare, per la tarda età, servizio attivo, dette opera apprezzata e utile a importanti commissioni militari.
      Il conte Ponza entrò a far parte della nostra Assemblea l'8 aprile 1900, in seguito alla sua nomina a ministro e partecipò assiduamente ai nostri lavori, finché l'età e la salute glie lo permisero.
      Coriolano Ponza di San Martino ha bene meritato dell'esercito e della patria ed il Senato reverente s'inchina sulla sua tomba, esprimendo alla illustre di lui famiglia profonde commosse condoglianze. (Bene). [...]
      FEDELE, ministro della pubblica istruzione. A nome del Governo mi associo alle commemorazioni fatte da S.E. il Presidente del Senato dei senatori [...] Ponza di San Martino.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 25 gennaio 1926.

Note:Il nome completo risulta essere: "Coriolano Cesare Luigi".

Attività 1801_Ponza_di_San_Martino_Coriolano_IndiciAP.pdf