SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


FOSSOMBRONI Enrico

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/01/1825
Luogo di nascita:AREZZO
Data del decesso:26/04/1893
Luogo di decesso:FIRENZE
Padre:FALCIAI Francesco, padre naturale
FOSSOMBRONI Vittorio, ministro di stato in Toscana, padre adottivo
Madre:BONCI in Fossombroni Vittoria
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariConte, nobile, patrizio aretino
Figli: Guido, conte
Fratelli:FALCIAI Elmira, Sofia
Professione:Possidente
Cariche politico - amministrative:Presidente del Consiglio provinciale di Arezzo (1872-1893)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Firenze
Consigliere comunale di Arezzo
Consigliere provinciale di Arezzo (1865)
Membro della Deputazione provinciale di Arezzo
Cariche e titoli: Commissario della provincia di Arezzo (Governo provvisorio toscano) (27 aprile 1859)
Socio della Società geografica italiana (1869)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:06/07/1886
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Francesco Ghiglieri
Convalida:14/06/1886
Giuramento:14/06/1886

    .:: Onorificenze ::.

Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 21 marzo 1872
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
IX
Arezzo
20-5-1866*
Centro-destra
Elezione in corso di legislatura. Ballottaggio il 27 maggio 1867
X
Arezzo
10-3-1867**
Centro-destra
Ballottaggio il 17 marzo 1867
XI
Arezzo
20-11-1870***
Centro-destra
Ballottaggio il 27 novembre 1870
XII
Arezzo
8-11-1874****
Centro-destra
Ballottaggio il 15 novembre 1874
XIII
Arezzo
5-11-1876*****
Centro-destra
Ballottaggio il 12 novembre 1876


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
    Marco Tabarrini, Vicepresidente

    Signori senatori! Anche il breve periodo di tempo che trascorse dall'ultima adunanza del Senato, fu contristato dalla perdita dolorosa di quattro nostri colleghi: il commendatore Tommaso Martini, il conte Enrico Fossombroni, il prof. Arnaldo Cantani, il prof. Antonio Ciccone. [...]
    Enrico Fossombroni nacque in Arezzo il 1° di marzo 1825. Entrato per le seconde nozze della madre nella famiglia del conte Vittorio Fossombroni, il quale educato alla scuola del primo impero, governava la Toscana da trent'anni, sentì i doveri che imponeva quel nome illustre, e si apparecchiò di buon'ora ad adempirli.
    Di sentimenti liberali, appena instaurato il Governo provvisorio nel 1859, fu inviato commissario nella Provincia di Arezzo, che aveva tradizioni di resistenza faziosa; ed egli con la sua prudenza e coi modi concilianti che erano della sua natura, operò in modo che il mutamento si fece senza disordini e senza rappresaglie.
    Dato questo esperimento di sé, la sua città lo elesse deputato al Parlamento per sei legislature, e per 14 anni lo portò alla presidenza del Consiglio provinciale. Alieno dalle parti politiche, esercitò, finché gli fu possibile, un'azione conciliante nell'amministrazione, che non fu sterile di buoni effetti.
    Devoto alla città che gli aveva dato tante prove di fiducia, ne difese gli interessi al Parlamento, e fu generoso con i suoi istituti di beneficenza, la Fraternita dei laici, e la Società operaia.
    Fu nominato senatore con decreto del 7 di giugno del 1886, ma poco poté attendere ai lavori del Senato per la sua malferma salute, che sempre più declinando per lenta paralisi, lo condusse a morte il 26 d'aprile ultimo. (Approvazioni). [...]
    LACAVA, ministro di agricoltura, industria e commercio. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    LACAVA, ministro di agricoltura, industria e commercio. Il Governo si associa a quanto testé dicevano l’onorevole Presidente e gli altri senatori, per la morte dei compianti senatori Enrico Fossombroni, Tommaso Martini, Arnaldo Cantani e Antonio Ciccone.
    Io temerei di turbare gli elogi tributati, per quanto commoventi, altrettanto veri ed esatti dal nostro Presidente, se io ne aggiungessi altri.
    Dirò soltanto che per quanto riguarda il Fossombroni, io che gli fui amico e collega nella Camera elettiva, ne ammirai sempre la bontà dell’animo e la profonda conoscenza dell’amministrazione. [...]
    PRESIDENTE. Il signor senatore Sprovieri ha proposto che siano inviate le condoglianze del Senato alle famiglie dei senatori defunti.
    Chi approva questa proposta è pregato di alzarsi.
    (È approvata).
    Le condoglianze saranno inviate alle famiglie quanto prima.

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 6 maggio 1893.

Note:Il cognome risulta anche nella variante: "Falciai Fossombroni".
Ringraziamenti:Dott.ssa Margherita Martelli - Società geografica italiana
Enrico Roggi

Archivi:Il carteggio di Enrico Fossombroni è conservato all'interno dell'Archivio Fossombroni all'Archivio di Stato di Arezzo

Attività 1019_Fossombroni_IndiciAP.pdf1019_Fossombroni_IndiciAP.pdf