SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


COLOCCI Antonio

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:09/25/1820
Luogo di nascita:JESI (Ancona)
Data del decesso:04/04/1908
Luogo di decesso:JESI
Padre:Adriano
Madre:BANDINI Clementina
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariMarchese
Nobile di Jesi
Coniuge:VESPUCCI Enrichetta
Figli: Amerigo Adriano, deputato
Cristina
Professione:Possidente
Cariche politico - amministrative:Deputato all'Assemblea Costituente per il mandamento di Jesi (Roma) (1849)
Presidente della Giunta superiore delle Marche e dell'Umbria, poi Commissione direttiva per le provincie romane (1859)
Presidente della Giunta provvisoria di governo di Jesi (1859)
Presidente del Consiglio provinciale di Ancona (1890-1894)
Cariche e titoli: Membro della Commissione legislativa aggiunta al Consiglio di Stato per stabilire il nuovo assetto amministrativo delle province liberate [1860]
Maggiore della Guardia nazionale di Jesi (5 ottobre 1862)
Membro dell'Amministrazione della Santa Casa di Loreto
Delegato economale per l'amministrazione dei benefici vacanti per la provincia di Roma (1889-1908)
Vicepresidente dell'Istituto industriale e professionale di Jesi

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/16/1879
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Luigi Agostino Casati
Convalida:26/05/1879
Giuramento:29/05/1879

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 13 febbraio 1862

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1848-1849 prima guerra d'indipendenza
1860-1861 campagna d'Ancona e Bassa Italia
1866 terza guerra d'indipendenza
Volontario:SI

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
VIII
Jesi
27-1-1861*
Centro-sinistra
Ballottaggio il 3 febbraio 1861
IX
Jesi
22-10-1865**
Centro-sinistra
Ballottaggio il 29 ottobre 1865


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Giuseppe Manfredi, Presidente

      Come temevasi, abbiamo perduto un collega: il senatore Antonio Colocci non Ŕ pi¨. Ne hanno annunziata la morte il figlio marchese Adriano e il prefetto.
      Sedeva in Senato dal 1879; venutovi per il titolo delle legislature, in cui aveva rappresentato nella Camera dei deputati il collegio di Iesi, ove era nato nel 1821.
      Port˛ reputazione di uomo colto, benemerito del nazionale risorgimento, assai devoto alle libere istituzioni. Il nobile ed illustre lignaggio non lo leg˛ al privilegio ed all'autocrazia. Ardente di spiriti liberali e di amor patrio fin dai giovani anni, prese le armi nel 1848 e corse volontario sui campi lombardi per la liberazione ed indipendenza d'Italia.
      Dopo i rovesci, quando Roma si resse a triumvirato, Iesi lo mand˛ deputato alla Costituente nel '49; vot˛ la decadenza dei papi dal temporale; non vot˛ per convincimento la repubblica, ma la difese con le armi sulle mura di Roma contro lo straniero intervento. Instaurato il pontefice, esul˛; e non pieg˛ ad accettare concessione, che per amor filiale: rientr˛ per assistere la madre gravemente inferma nel 1853; ma, all'avvicinarsi del periodo fortunato della riscossa, non potÚ pi¨ coprirsi, e torn˛ esule a cospirare nel 1859.
      Dopo le vittorie liberatrici, quando venne il momento dell'occupazione delle Marche, vi rientr˛ con i volontari e con l'esercito italiano; prese parte all'espugnazione di Urbino; fu presidente della Giunta provvisoria di Iesi; membro della Commissione aggiunta al Consiglio di Stato; deputato al Parlamento nazionale.
      Onore al nome di Antonio Colocci fra quelli di coloro, cui la patria deve serbarsi memore e grata. (Approvazioni).
      LACAVA, ministro delle finanze. Domando la parola.
      PRESIDENTE. Ha facoltÓ di parlare.
      LACAVA, ministro delle finanze. A nome del Governo mi associo alla commemorazione del senatore Colocci fatta dal Presidente

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 4 aprile 1908.

Note:La moglie Ŕ l'ultima discendente di Amerigo Vespucci.
Ringraziamenti:- Sindaco di Jesi (Ancona)
- Direttore della Biblioteca comunale di Jesi Rosalia Bigliardi
- Sabrina Sala - Provincia di Ancona

Archivi:Presso la Biblioteca Planettiana di Jesi Ŕ conservato l'Archivio Colocci Vespucci

AttivitÓ 0606_Colocci_IndiciAP.pdf