SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


MARCHIAFAVA Ettore

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:01/03/1847
Luogo di nascita:ROMA
Data del decesso:23/10/1935
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Francesco
Madre:VERCELLI Marianna
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Figli: Giovanni
Riccardo
Parenti:Adalgisa Marchiafava Giannini, nipote
MARCHIAFAVA Giovanni, nipote
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via del Sudario, 14
Titoli di studio:Laurea in medicina e chirurgia
Presso:Università di Roma
Professione:Docente universitario
Altre professioni:Medico
Carriera giovanile / cariche minori:Settore presso il Gabinetto di anatomia patologica dell'Università di Roma (12 dicembre 1871), Assistente presso il Gabinetto di anatomia patologica dell'Università di Roma (31 ottobre 1878), Professore straordinario di Istologia patologica all'Università di Roma (14 marzo 1881)
Carriera:Professore ordinario di Istologia patologica alla Università di Roma (19 aprile 1885-30 luglio 1922. Data del collocamento a riposo)
Professore emerito (30 luglio 1922)
Cariche e titoli: Direttore del Gabinetto di Istologia patologica all'Università di Roma (17 aprile 1882)
Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1° luglio 1895-30 giugno 1899)
Membro della Giunta del Consiglio superiore della pubblica istruzione (8 giugno 1898-30 giugno 1899)
Membro straordinario del Consiglio sanitario provinciale di Roma
Membro del Consiglio sanitario provinciale di Roma
Membro del Consiglio superiore di sanità
Vicepresidente del Comitato centrale della Croce rossa italiana
Socio corrispondente dell'Accademia dei Lincei di Roma (18 luglio 1899)
Socio nazionale dell'Accademia dei Lincei di Roma (17 settembre 1908)
Vicepresidente dell'Accademia dei Lincei di Roma (13 luglio-27 novembre 1933)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/24/1913
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:07/04/1914
Giuramento:07/04/1914
    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 5 giugno 1881
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 11 gennaio 1885
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 30 dicembre 1894
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 29 dicembre 1907
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 13 novembre 1924
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 20 gennaio 1889
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 27 gennaio 1890
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 19 ottobre 1923
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 2 luglio 1926
Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia 1916


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Provvedimenti per combattere la tubercolosi" (10 marzo 1919)
Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Istituzione di una Cassa di maternità" (17 febbraio 1923)
Membro della Commissione per l'esame dei disegni di legge sulla sanità pubblica (7 giugno 1927)
Membro della Commissione per il giudizio dell'Alta Corte di Giustizia (27 dicembre 1929-19 gennaio 1934) (1° maggio 1934-23 ottobre 1935),
Vicepresidente della Commissione per l'esame dei disegni di legge per la conversione dei decreti-legge (11 marzo 1930-19 gennaio 1934)
Membro della Commissione per l'esame dei disegni di legge per la conversione dei decreti-legge (1° maggio 1934-23 ottobre 1935)
Commissario di vigilanza sul servizio del chinino (13 dicembre 1918-21 gennaio 1929)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
                              Luigi Federzoni, Presidente

                              Numerose e gravissime perdite hanno contristato negli ultimi mesi la nostra Assemblea. [...]
                              Vero lutto per la scienza italiana, oltre che per il Senato, sono state anche le perdite di [...]
                              Ettore Marchiafava, il principe dell'anatomia patologica italiana, il medico sapientissimo, il rinnovatore delle ricerche e delle dottrine sulla malaria: tre indimenticabili maestri, fra i quali il Marchiafava fu, nei ventidue anni di sua partecipazione al Senato, specialmente assiduo al lavoro delle commissioni e ai dibattiti dell'Aula. Le sue relazioni, talune delle quali assunsero importanza di autentiche monografie, resteranno come contributi ragguardevoli di pensiero originale e modelli di nitida e precisa esposizione. I suoi discorsi procuravano uno squisito diletto al nostro spirito, per la elevatezza dell'inspirazione e la vereconda eleganza oratoria in cui questa spontaneamente si traduceva. Sommo clinico, Ettore Marchiafava era altresì un mirabile umanista: sino al giorno della sua morte, che fu la morte di un santo, egli alternò alla lettura del Vangelo quella di Dante e di Orazio. Il peso dell'età veneranda aveva affievolito in lui la fibra fisica, lasciando intatte le fresche virtù della mente. Sono dell'ultimissimo tempo della sua vita due ampi saggi oraziani, nei quali la sorprendente padronanza filologica, stilistica e storica del tema è eguagliata soltanto dall'arguzia penetrante delle osservazioni psicologiche e morali. La raccolta delle pagine letterarie di Ettore Marchiafava potrà documentare agli italiani uno scrittore non inferiore allo scienziato [...].

                              Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni , 10 dicembre 1935.

Note:Il nome completo risulta essere: "Ettore Tito Nazzareno Gaspare".

Attività 1365_Marchiafava_IndiciAP.pdf