Vai direttamente: guida al sito, ricerca, contenuto della pagina.
Senato della Repubblica - Biblioteca  

I LUOGHI DELLA CULTURA

 

Aggiornato al 30 giugno 2010

A cura di Paola Nobili

Tel.: 06-67062416

e-mail: P.Nobili@Senato.it

DESCRIZIONE DEL SITO

La Biblioteca del Senato attraverso questa raccolta rende fruibile un materiale prezioso e di norma poco conosciuto. Sono pubblicazioni generalmente di diffusione limitata, a volte esclusivamente locale, benché offrano una grande ricchezza di studi e documentazione sui più vari argomenti. E’ certamente corretto sostenere che non tutte le Accademie abbiano lo stesso peso, la stessa tradizione o la stessa influenza, ma le accomuna la caratteristica di essere associazioni volontarie di studiosi nate per sviluppare la conoscenza in un certo settore. Un discorso a parte meritano le Deputazioni di storia patria, i cui atti sono pur presenti in questo catalogo. Esse si svilupparono nel corso dell’Ottocento, parallelamente alla ripresa dell’interesse per l’erudizione storica. Alle Deputazioni dobbiamo la nascita di una storiografia moderna in Italia. Esse crearono le basi necessarie per il lavoro storiografico, in anni in cui la storia come disciplina universitaria in pratica non esisteva. Il loro valore risiede nell’approfondimento di tematiche legate alla storia locale, che esse sempre considerarono alla stregua di storia patria, e perciò sacra. In questo catalogo si può eseguire una ricerca per autore o curatore, per titolo, per soggetto, ma anche per città di residenza dell’istituzione o per “materia” di studio di questa. Per quanto riguarda la ricerca per ente questa merita un discorso più approfondito. Poiché in moltissimi casi l’Accademia o la Deputazione ha cambiato più volte denominazione, tutte le pubblicazioni sono sotto l’ultima denominazione dell’ente, ma con tutti i rinvii dalle varie intestazioni precedenti. Alla fine di ogni scheda si trova un link “scheda ente” in cui si può leggere la storia dell’istituzione. Essendo il sito in continuo aggiornamento, si potranno trovare alcune schede anagrafiche dell’ente incomplete. Questa lacuna sarà al più presto colmata.