Commissioni bicamerali di inchiesta

Commissione parlamentare d'inchiesta sull'azienda di Stato per gli interventi nel mercato agricolo (AIMA)
Informazioni su tutte le legislature
Sintesi

XII legislatura (15 aprile 1994 - 8 maggio 1996)

La Commissione, composta da 20 senatori e 20 deputati, si è costituita il 16 novembre 1995. Presidente: sen. Robusti, eletto il 16 novembre 1995.




      Con la legge n. 303 del 1966 fu istituita, presso il Ministero dell'agricoltura e delle foreste, l'AIMA, Azienda di Stato per gli interventi nel mercato agricolo, avente propria personalità giuridica, con ordinamento e bilancio autonomi. All'AIMA furono affidate principalmente funzioni di intervento in attuazione delle disposizioni esecutive della politica agricola comunitaria, funzioni in precedenza esercitate dalla Federazione italiana dei consorzi agrari. Successivamente, con la legge n. 610 del 1982, si procedette al riordinamento dell'Azienda, stante l'ampliamento delle sue competenze conseguente anche all'importanza del nuovo ruolo attribuito alle regioni in relazione alle direttive comunitarie.
      Operando la distribuzione dei flussi monetari provenienti dall’UE e dal bilancio nazionale, l'AIMA fu uno dei maggiori erogatori finali di aiuti al settore agricolo e, attraverso tale Azienda, passò un consistente flusso di denaro pubblico, tra fondi a carico della Comunità europea e fondi a carico dello Stato italiano. Fin dalla sua istituzione l’Azienda fu spesso oggetto di accesi dibattiti e pesanti critiche in merito alle disfunzioni e alle inefficienze legate al suo operato, anche in relazione alla poca chiarezza sulle procedure che essa avrebbe seguito nello svolgimento delle sue funzioni.
      Peraltro, come si poté leggere nella relazione che accompagnava la proposta di legge (A.C. 576) che chiedeva l'istituzione di questa Commissione di inchiesta, la realtà gestionale dell'azienda aveva dimostrato, soprattutto negli anni Ottanta, così come emerso anche da «denunce sia in sede parlamentare sia in sede giudiziaria», di essere «clientelare e distorta», consentendo uno sviamento illecito di finanziamenti pubblici. Proprio al fine di accertare la verità sulla gestione e l'amministrazione dell'AIMA, particolarmente dall'anno del suo riordinamento, venne presentata la proposta di legge che prevedeva l'istituzione di questa Commissione parlamentare di inchiesta.




RIFERIMENTI NORMATIVI:
XII legislatura:
Legge 25 maggio 1995, n. 229 (legge istitutiva).

DOCUMENTI:
XII legislatura:
La Commissione, nella seduta del 28 febbraio 1996, nel prendere atto dell'impossibilità di concludere i propri lavori, a causa dell'intervenuto scioglimento delle Camere, ha dato mandato al presidente Robusti di rappresentare per iscritto ai Presidenti delle due Camere l'esigenza di ricostituire, su basi più ampie, la Commissione d'inchiesta nella XIII legislatura. In questo spirito il presidente Robusti si è fatto ulteriormente carico di redigere una scheda di lettura che fosse di ausilio a quanti, parlamentari e non, intendono orientarsi nell'analisi della documentazione raccolta, nel corso di pochi mesi di breve ma intenso lavoro.