SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


APOLLONI Adolfo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/01/1855
Luogo di nascita:ROMA
Data del decesso:19/10/1923
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Luigi
Madre:PAZIANI Ersilia
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:HOLT Marta
Fratelli:Emma
Luogo di residenza:ROMA
Titoli di studio:Laurea in ingegneria (1)
Diploma di Accademia di belle arti (2)
Presso:Accademia di San Luca
Professione:Scultore
Carriera giovanile / cariche minori:Professore di Disegno e scultura presso il Conservatorio di Musica di Boston (1879)
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Roma (giugno 1919-25 novembre 1920)
Prosindaco di Roma (1914)
Cariche amministrative:Assessore comunale per le Antichità e belle arti di Roma (1905) (1914)
Cariche e titoli: Presidente della Scuola artistica industriale di Fano (1900-1922)
Socio dell'Accademia di S. Luca di Roma (1903)
Presidente dell'Accademia di S. Luca di Roma (1914-1915) (1919-1920)
Membro dell'Associazione artistica internazionale, detto il Circolo artistico (Roma)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:10/06/1919
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Fabrizio Colonna
Convalida:09/12/1919
Giuramento:09/12/1919

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 19 gennaio 1899
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 17 giugno 1909
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 11 febbraio 1912

    .:: Servizi bellici ::.

Arma:Esercito: Granatieri


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
                                      Tommaso Tittoni, Presidente

                                      Onorevoli colleghi. Durante la pausa dei nostri lavori abbiamo dovuto deplorare la perdita di ben quindici nostri carissimi colleghi. Io vi chiamo a commemorarli in un raccoglimento severo e solenne che è al tempo stesso omaggio alla memoria loro ed indice della maestà di questa eccelsa Assemblea.
                                      Adolfo Apolloni, in una lettera a me diretta, espresse il suo fermo volere che la sua dipartita non fosse commemorata. M'inchino mestamente dinanzi alla ultima volontà del cittadino integerrimo, dell'artista illustre, dell'amico dilettissimo.
                                      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Chiedo di parlare.
                                      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
                                      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Voi avete ascoltato, onorevoli senatori, nell'alta parola del nostro illustre Presidente, la rievocazione della vita, delle benemerenze, dell'opera tutta, che fu svolta dai compianti colleghi che abbiamo perduto.
                                      Al rimpianto del Senato il Governo unisce l'espressione del suo omaggio riverente e si associa alla proposta di inviare vive condoglianze alle famiglie e alle città natali degli scomparsi. Tutte le forme di attività più nobili del pensiero e dell'azione sono rappresentate nell'elenco dei colleghi che oggi commemoriamo; dall'azione politica e amministrativa di [...] all'attività artistica e amministrativa di Apolloni [...]

                                      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 12 novembre 1923.


Attività 0065_Apolloni_IndiciAP.pdf