SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


MINISCALCHI ERIZZO Francesco

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:09/24/1811
Luogo di nascita:VERONA
Data del decesso:27/12/1875
Luogo di decesso:PADOVA
Padre:MINISCALCHI Luigi
Madre:ERIZZO Marianna
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariConte di S. Zeno in Mozzo (già Moggio)
Nobiltà di Verona, titolo conferito il 9 dicembre 1819
Coniuge:GUERRIERI Eleonora
Figli: Marianna (deceduta infante)
Marco Antonio, che sposò Elvira PONTI, padre di Francesco, Mario, Emilio, Erminia
Attilio
Teresa
Marianna, che sposò Fortunato Alberto MALASPINA
Alfonsa, che sposò Pietro ALBERTINI
Parenti:MINISCALCHI Marcantonio, avo paterno
MINISCALCHI MOSCARDO Teresa, ava paterna
ERIZZO Niccolò, principe, avo materno
ERIZZO Beatrice, dei conti Poiana, ava materna
GUERRERI Vincenzo Ignazio, suocero
MALASPINA Giuseppa, suocera
Titoli di studio:Diploma
Presso:Liceo di Verona
Professione:Possidente
Cariche e titoli: Membro effettivo dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia (28 aprile 1856)
Socio della Società geografica italiana (1867)
Vicepresidente della Società geografica italiana
Socio effettivo della Deputazione di storia patria per le Venezie (15 luglio 1875)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/05/1866
Categoria:18
21
I membri della Regia accademia delle scienze
dopo sette anni di nomina
Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Ercole Ricotti
Convalida:18/12/1866
Giuramento:15/12/1866
Annotazioni:Giuramento prestato prima della convalida, in seduta reale d’inaugurazione di sessione parlamentare



    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
    Giuseppe Pasolini, Presidente

    Il conte Francesco Miniscalchi Erizzo ebbe nascendo nobile nome, avita ricchezza, ingegno potente. Con profondi e continui studii, con ardui e lunghi viaggi acquistò grande dottrina e rara cognizione delle lingue, specialmente orientali; onde ebbe fama europea di poliglotta, filologo, etnografo e geografo dottissimo. E pubblicò scritti di grande valore, dei quali citerò il libro "delle scoperte artiche" e la stampa fatta dell'Evangeliarium Hyerosolimitanum in lingua siriaca con versione letterale latina.
    La sua vita operosa, intemerata, benefica, severa, confortata da religiosa credenza, dedicata tutta alla famiglia, alla scienza, alla patria che amò schiettamente, fu tronca quasi in mezzo alla gioia di un felice domestico evento.
    Perdoni il Senato se all'ufficiale e solenne ricordo mi permetto aggiungere l'affettuoso vale dell'amicizia.

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 7 marzo 1876.

Note:Il nome completo risulta essere: "Francesco Angelo".
Il cognome "Erizzo" fu aggiunto con decreto reale il 9 luglio 1896.

Ringraziamenti:-Sindaco del Comune di Verona
-Responsabile del Servizio protocollo informatico dott.ssa Gloria Maroso
- Dott.ssa Margherita Martelli - Società geografica italiana


Attività 1491_Miniscalchi_Erizzo_IndiciAP.pdf