SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


CARISSIMO Gennaro

  







   Indice dell'AttivitÓ Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:12/26/1846
Luogo di nascita:FOIANO DI VAL FORTORE (Benevento)
Data del decesso:20/01/1927
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Nicola Antonio
Madre:MAGNO Anna Saveria
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariNobile
Patrizio di Benevento, titolo riconosciuto con decreto ministeriale del 30 agosto 1910
Coniuge:MARTINI Elena
Coniuge:MARTINI Maria Annina
Figli: Maria Isabella, figlia di Elena Martini
Elena, figlia di Maria Annina Martini
Giuseppe, figlio di Maria Annina Martini, coniugato con Rufina Miani dei conti e madre di Marianna
Antonio, figlio di Maria Annina Martini
Carlo, figlio di Maria Annina Martini
Fratelli:Giuseppina, che spos˛ Giuseppe Sorda, notaio, ed era madre Teresa, Maria, Elena
Teresa, che spos˛ Francesco Saverio Sorda
Caterina, seconda moglie di Francesco Saverio Sorda
Alessandro, che spos˛ Concetta Margarita di Francavilla Fontana, ed era padre di Antonio, Anna, Lucia, Luigi, Agostino
Luisa, che spos˛ Pasquale Marzullo De Colellis ed era madre di Giovanni, Giuseppe, Antonio
Antonio
Rosina
Alessio, che spos˛ Felicia Petruccelli, dei baroni
Parenti:CARISSIMO Gennaro, avo paterno
CARISSIMO CILENTI M. Giuseppa, ava materna
MARTINI Tommaso, suocero, senatore (vedi scheda)
Luogo di residenza:ORIA (Lecce) - oggi (Brindisi)
Altra residenza:ROMA
Indirizzo:Via Paisiello, 36
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:UniversitÓ di Napoli
Professione:Industriale-agricoltore
Altre professioni:Magistrato
Carriera:Giudice dei Tribunali di Napoli, Bari, Firenze, Viterbo (1869-1879)
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Oria (21 marzo 1906) (agosto 1910)
Vicepresidente del Consiglio provinciale di Lecce (22 settembre 1909-1911) (1913)
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Lecce per il mandamento di Oria (23 luglio 1905)
Cariche e titoli: Presidente dell'Ospedale Tommaso Martini di Oria (1894)
Vicepresidente del Consorzio antifilosserico di Mesagne
Cavaliere del lavoro (21 febbraio 1909)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/24/1913
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Niccol˛ Melodia
Convalida:07/04/1914
Giuramento:07/04/1914
Annotazioni:Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia (25 marzo 1881)
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia (20 febbraio 1900)
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia (15 aprile 1906)


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro supplente della Commissione d'istruzione dell'Alta Corte di giustizia (3 giugno 1924-8 dicembre 1925. Dimissionario)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
                          Tommaso Tittoni, Presidente

                          Onorevoli colleghi. Molti e gravi lutti ci hanno colpito nel lungo intervallo dei nostri lavori. [...]
                          Il 20 gennaio moriva improvvisamente in Roma il nobile avv. Gennaro Carissimo. Foiano di Valfortore lo aveva visto nascere di antica famiglia patrizia il 26 dicembre 1846. Conseguita a vent'anni la laurea in giurisprudenza, entr˛ in magistratura, uscendone dopo oltre un decennio, giudice di Tribunale, per dedicarsi ai cospicui interessi famigliari, e lasciando fama di eletto magistrato. Stabilitosi in Oria, si dedic˛ sovratutto a due compiti: all'amministrazione del vasto patrimonio ed al bene della cittÓ scelta a sua seconda patria. Promosse l'agricoltura, sviluppando in tutta la regione la coltivazione intensiva e l'impiego di mezzi razionali, sý da migliorare assai notevolmente le condizioni di migliaia di lavoratori: per il primo pens˛ e tent˛ con mezzi sia pure inadeguati di risolvere il problema dell'irrigazione nel sottosuolo: onde si ebbe la nomina a cavaliere del lavoro.
                          Al bene della sua Oria dedic˛ ogni cura, favorendo anzitutto la pacificazione degli animi prima divisi in aspre contese, e poi promuovendone l'edilizia, la viabilitÓ e l'igiene. Dopo il disastroso ciclone che nel 1897 rec˛ a tutta la regione di Oria gravissimi danni, si adoper˛, con grande spirito di caritÓ ad alleviare la tremenda sventura. Ed altri innumeri atti di munificenza egli seppe compiere, fino a costruire a sue spese una grande via per dar lavoro a un'ingente massa di disoccupati. Dal 1905 per molti anni fu sindaco di Oria, fu anche consigliere e vicepresidente del Consiglio provinciale e ricoprý altre numerose cariche pubbliche.
                          Dal 24 novembre 1913 era nostro collega, a noi tutti assai caro per la sorridente affabilitÓ, per la bontÓ grande del cuore; fu sempre assai assiduo ai nostri lavori, per meglio attendere ai quali si era trasferito in Roma.
                          Gennaro Carissimo fu un animo eletto, un cittadino benemerito, un munifico benefattore. Chiniamo reverenti la fronte sulla sua bara ed esprimiamo alla nobile sua famiglia il nostro commosso rammarico. (Bene).
                          FEDERZONI, ministro delle colonie. Domando di parlare.
                          PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
                          FEDERZONI, ministro delle colonie. Il Governo aggiunge una sua parola di reverente compianto alla celebrazione dei senatori defunti, nobilmente fatta dall'illustre Presidente di questa Assemblea. Di cosý alto elogio erano degne le loro benemerenze o che fossero acquistate nel campo delle pubbliche amministrazioni, e in una lunga e onorata carriera parlamentare, come per parte dei senatori Carissimo, [...]
                          Tutti questi uomini insigni lasciano un ricco retaggio di affetti e di esempi. La nazione lo raccoglie e lo saprÓ degnamente custodire”. (Vive approvazioni - Applausi).

                          Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 28 marzo 1927.

Ringraziamenti:Prof. Grassi Orsini, discendente
Provincia di Lecce


AttivitÓ 0460_Carissimo_IndiciAP.pdf