SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


PIRIA Raffaele

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:08/20/1814
Luogo di nascita:SCILLA (Reggio Calabria)
Data del decesso:18/07/1865
Luogo di decesso:TORINO
Padre:Luigi
Madre:TORCIGLIONE Angela (Angiola)
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:COSENZ Eloisa (detta anche Luisa), cugina
Fratelli:Giuseppe, che spos˛ Carmela MINASI ed era padre di Luisa Enrichetta Leopoldina e di Raffaele Antonio Federico Roberto
Parenti:PIRIA Giuseppe, avo paterno
PIRIA BRINDA Giuseppe, ava paterna
PIRIA Michele, Pasquale, Raffaele, Grazia, Antonia, Francesco, Maria Antonia Rosaria, zii, fratelli del padre
PIRIA Mariantonia Nunziata Rosaria, zia sorella del padre, che spos˛ Luigi COSENZ ed era madre di Luisa COSENZ
PIRIA Raffaele, zio, commerciante d'olio
COSENZ Enrico, cognato, senatore (vedi scheda)
Titoli di studio:Laurea in medicina e chirurgia
Presso:UniversitÓ di Napoli
Professione:Docente universitario
Carriera:Professore di Chimica generale all'UniversitÓ di Pisa (1842)
Professore di Chimica generale all'UniversitÓ di Torino (13 gennaio 1856)
Professore onorario dell'UniversitÓ di Napoli (13 aprile 1861)
Cariche e titoli: Cofondatore della rivista "Il Cimento" (1843)
Cofondatore del periodico "Nuovo cimento" (1855)
Direttore del Laboratorio di chimica organica e inorganica dell'UniversitÓ di Torino (12 dicembre 1858)
Direttore tecnico della monetazione (Zecca di Napoli) (Governo dittatoriale di Garibaldi) (17 ottobre 1860)
Segretario generale per la pubblica istruzione (Luogotenenza generale per le province napoletane) (6 novembre 1860-7 gennaio 1861)
Membro ordinario del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1░ gennaio 1860-18 luglio 1865)
Socio corrispondente dell'Accademia delle scienze di Torino (7 dicembre 1845)
Socio nazionale dell'Accademia delle scienze di Torino (14 giugno 1857)
Socio dell'Accademia delle scienze dell'Istituto di Bologna (4 giugno 1851)
Membro della SocietÓ italiana delle scienze, detta dei XL (30 maggio 1852)
Socio onorario dell'Accademia di scienze, lettere e arti di Modena (1860)
Membro ordinario della SocietÓ reale di Napoli (16 dicembre 1862)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:05/15/1862
Categoria:18
20
I membri della Regia accademia delle scienze
dopo sette anni di nomina
Coloro che con servizi o meriti eminenti avranno illustrata la Patria
Relatore:Giuseppe Moris
Convalida:02/12/1862
Giuramento:11/12/1862

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia 20 novembre 1859

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
VIII
Palmi
27-1-1861*
Non risulta
Ballottaggio il 3 febbraio 1861. Cessazione per nomina a senatore


    .:: Governo ::.

    Altri Stati:
Consigliere di luogotenenza per l'istruzione pubblica (Ministro della pubblica istruzione) (Luogotenenza generale delle province napoletane) (9 novembre 1860)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Gabrio Casati, Presidente

      Signori senatori! ╚ ben trista cosa per me la prima volta che m'Ŕ concesso l'onore d'indirizzarvi la parola da questo seggio, il presentarvi una dolorosa necrologia. DacchÚ il Parlamento cess˛ dalle sue adunanze, il Senato fece gravi perdite. Sventuratamente noi non contiamo pi¨ fra i nostri colleghi [...] il professore Raffaello Piria [...]
      Il nome del professore commendatore Raffaello Piria Ŕ europeo. Eminente nella scienza chimica Ŕ decoro della patria nostra. Altri pi¨ valente di me saprÓ pi¨ rettamente tesserne l'elogio pe’ suoi meriti scientifici. Riesce a me grato il pensiero d’avere impedito ch’esso abbandonasse il seggio da lui degnamente ed utilmente occupato nell'Ateneo torinese dal quale diffondeva tanta copia di sapere. La perdita cosý precoce d’un uomo tanto benemerito alla patria ed alle scienze Ŕ pubblica sventura. Il suo nome rimarrÓ onorato negli annali della scienza e sarÓ compiacenza al nostro consesso d'averlo enumerato fra i suoi.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 20 novembre 1865.

Note:Il nome completo risulta essere: "Raffaele Michele Rocco".
[CuriositÓ:] tra il 1837 e il 1839 lavor˛ a Parigi presso il laboratorio del chimico Jean Baptiste Dumas, con cui scoprý l'acido cloracetico. Piria fu lo scopritore della salicina, che aprý le porte alla scoperta dell'aspirina.

Ringraziamenti:Dottor Giuseppe Piria, discendente
Avv. Gaetano Ciccone sindaco di Scilla


AttivitÓ 1772_Piria_IndiciAP.pdf