SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


PAGANINI Roberto

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/06/1849
Luogo di nascita:AGORDO (Belluno)
Data del decesso:29/10/1912
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Stefano
Madre:BARPI Francesca
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:RUSPOLI Elena
Figli: Paolo Giovanni
Francesca Maria
Fratelli:Giunio
Maddalena
Antonio
Amelia
Pia
Celestino
Luigi
Liberale
Giuseppe
Vittorio
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via Nomentana, 251
Titoli di studio:Laurea in ingegneria
Professione:Ingegnere
Carriera:Ingegnere-capo della Società commerciale dell'Assam in India (1881)
Fondatore della città di Margherita in India [1881]
Progettista dell'acquedotto del Comune di Agordo (1896)
Direttore delle Ferrovie Sarde
Cariche e titoli: Presidente della Regia cointeressata dei tabacchi del Montenegro (1903)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:01/26/1910
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:26/02/1910
Giuramento:03/03/1910

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XIX
Belluno
26-5-1895
Centro-destra
XX
Belluno
21-3-1897
Centro-destra
XXI
Belluno
3-6-1900
Centro-destra


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
        Giuseppe Manfredi, Presidente

        Onorevoli colleghi. [...] Anche l'anima cortese e benefica di Roberto Paganini trapassò in Roma il 29 ottobre. Era nato in Agordo il 6 maggio 1849; e fu pur egli ingegnere illustre per sapere e per grandi ardimenti di intraprese industriali dal suo senno prosperate.
        Portò nel 1881 il nome italiano al di là dell'oceano; capo nelle Indie della Società commerciale dell'Assam, presiedette a vasta colonizzazione fra la Birmania ed il Tibet; aprì miniere di carbone, costruì strade ferrate; fondò anche una città, che nomò Margherita. Si deve all'inizio di lui la costruzione della ferrovia, e l'ampliamento del porto di Antivari. In Italia contribuì con l'ingegno, con la larga fortuna e con la sua esperienza, all'incremento economico. A lui si deve la parte fatta al capitale italiano nelle miniere carbonifere di Eraclea. Fu per qualche tempo direttore delle ferrovie sarde.
        In tre legislature, dal 1895 al 1900, rappresentò nel Parlamento il collegio di Belluno. Alla Camera ebbe peso la sua parola in questioni tecniche e finanziarie; e vi godette stima, che lo mise all'opera. Eguale stima lo circondava in Senato, venutovi per nomina del 26 gennaio 1910. Il merito e l'amabilità sua ci dava desiderio di più lungamente possederlo. (Bene). [...]
        SPINGARDI, ministro della guerra. Domando di parlare.
        PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
        SPINGARDI, ministro della guerra. Il collega ministro degli affari esteri ha già espresso il sentimento del governo verso gli illustri senatori testé commemorati.

        Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 27 novembre 1912.

Note:Secondo altra fonte risulta nato il 6 maggio 1849.
Ringraziamenti:-Sindaco di Agordo (Belluno) Renzo Gavaz
- Ufficiale d'anagrafe Giovanna Botta


Attività 1631_Paganini_IndiciAP.pdf1631_Paganini_IndiciAP.pdf