SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


MARESCALCHI Arturo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:10/30/1869
Luogo di nascita:BARICELLA (Bologna)
Data del decesso:06/11/1955
Luogo di decesso:SALÒ (Brescia)
Padre:Claudio
Madre:GRIMALDI Lucrezia
Coniuge:BAUR Regina
Figli: Elisa
Claudio
Enrico
Umberto
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Corso Trieste, 16
Altra residenza:BOLOGNA
MILANO
Indirizzo:Via Guidotti, 53 (BOLOGNA)
Viale Vittorio Veneto, 24 (MILANO)
Titoli di studio:Diploma di istituto tecnico
Presso:Scuola superiore di viticoltura di Conegliano
Professione:Docente
Altre professioni:Enotecnico
Carriera:Professore di Scienze naturali
Cariche e titoli: Vicedirettore dell'Istituto agrario di Parenzo (Istria) (1890-1891)
Presidente dell'Associazione nazionale commercio enologico (22 maggio 1926)
Membro ordinario dell'Accademia di Agricoltura, scienze e lettere di Verona (giugno 1927)
Membro del Consiglio superiore dell'economia nazionale (maggio 1928)
Membro del Consiglio superiore coloniale (novembre 1928)
Membro del Consiglio nazionale delle ricerche (aprile 1929)
Membro ordinario dell'Accademia dei Georgofili di Firenze (1932)
Presidente del Comitato nazionale scientifico per l'enologia (settembre 1934)
Membro dell'Accademia di agricoltura di Pesaro (dicembre 1937)
Presidente del Museo di storia naturale di Trento (1° ottobre 1938)
Presidente della Società di assicurazione "Allesecuritas" di Roma (giugno 1939)
Membro ordinario dell'Accademia di agricoltura di Bologna (marzo 1940)
Fondatore e presidente della Società enotecnici italiani
Fondatore e presidente della Società di viticoltori del Piemonte
Fondatore e presidente della S.p.A. "F.lli Marescalchi"

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/01/1934
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Maurizio Gonzaga
Convalida:03/05/1934
Giuramento:04/05/1934

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 4 giugno 1896
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 11 agosto 1922
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 7 febbraio 1926
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 30 dicembre 1929
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 16 gennaio 1931
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 30 maggio 1932

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XXV
Alessandria
16-11-1919
Gruppo liberale
XXVI
Alessandria
15-05-1921
Gruppo agrario; Gruppo liberale democratico
XXVII
Collegio unico nazionale
(Piemonte)
06-04-1924
XXVIII
Collegio unico nazionale
24-03-1929


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione di finanze (28 gennaio 1935-2 marzo 1939) (17 aprile 1939-5 agosto 1943)
Membro della Commissione per il giudizio dell'Alta Corte di Giustizia (14 dicembre 1938-2 marzo 1939)
Membro della Commissione dell'agricoltura (17 aprile 1939-5 agosto 1943)

    .:: Governo ::.

    Governo:
Sottosegretario di Stato al Ministero dell'agricoltura e foreste (12 settembre 1929-24 gennaio 1935)

    .:: Alta Corte di Giustizia per le Sanzioni contro il Fascismo (ACGSF) ::.

Deferimento:07/08/1944
Gruppo di imputazione:

"Ministri sottosegretari di Stato, presidenti e vice presidenti del Senato o della Camera dopo il 3 gennaio 1925"
"Presidenti di uffici e commissioni legislative dopo il 3 gennaio 1925"
"Senatori nominati nel 1943; senatori nominati perchè ex deputati o ex consiglieri nazionali eletti dopo il 1929"
Provvedimento:Ordinanza di decadenzaData:14/11/1945

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Giorgio Bo, Vicepresidente, Mario Cingolani, Vicepresidente, Enrico Molè, Vicepresidente
    [...]
    CONDORELLIi. Domando di parlare.
    PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
    CONDORELLI. In questa breve pausa dell’attività parlamentare è morto il professor Arturo Marescalchi il quale dal 1919 al 1934, per quattro legislature, era stato deputato al Parlamento e dal 1934 in poi fu senatore del Regno. Egli, sedendo nei due rami del Parlamento, diede il larghissimo contributo della sua rettitudine, del suo spirito colto e gentile, della sua profonda devozione allo Stato, della sua altissima competenza nell’agricoltura nella quale si distinse con la sua attività di operatore e di studioso, di talché, assai meritamente, ricoprì per sei anni, dal 1929 al 1935, la carica di Sottosegretario di Stato per l’agricoltura e le foreste.
    Egli lascia profonde e luminose tracce di sé nel Parlamento e nel Ministero di Via XX Settembre per la sua attività e le iniziative sempre svolte in difesa dell’agricoltura e degli agricoltori; lascia profonde tracce nella scienza con molte opere, due delle quali veramente capitali, la «Storia del vino e della vite in Italia» e «L’aspetto agricolo dell’Italia».
    Io prego lei, signor Presidente, di volere far pervenire alla famiglia l’espressione delle condoglianze di questa Assemblea la quale non può essere immemore di coloro che, sia pure in tempi tanto diversi dall’attuale, hanno seduto in essa col più alto decoro, portando dignitosamente il laticlavio.
    VIGORELLI, Ministro del lavoro e della previdenza sociale. Domando di parlare.
    PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
    VIGORELLI, Ministro del lavoro e della previdenza sociale. Il Governo si associa al cordoglio per la morte di Arturo Marescalchi, ricordando il suo periodo di permanenza nel Parlamento e la profondità e la serietà degli studi da lui compiuti nel settore agricolo.
    PRESIDENTE. Il Senato si associa alle espressioni di cordoglio pronunziate dal senatore Condorelli per la scomparsa di Arturo Marescalchi.
    Il Presidente del Senato, a nome dell’Assemblea, ha già espresso alla famiglia dell’Estinto le più profonde condoglianze.

    Senato della Repubblica, Atti parlamentari. Resoconti stenografici, 10 novembre 1955.