SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


CURRENO Giacomo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:02/15/1868
Luogo di nascita:TORINO
Data del decesso:04/08/1923
Luogo di decesso:NARZOLE (Cuneo)
Padre:Giuseppe
Madre:MAYNERI Vittoria
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:LUBATTI Amalia
Figli: Giuseppe, maggiore
Luogo di residenza:CARRÙ (Cuneo)
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:Università di Torino
Professione:Avvocato
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Carrù (1895-1899)
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Cuneo

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:10/03/1920
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Fiorenzo Bava Beccaris
Convalida:07/12/1920
Giuramento:15/12/1920
Annotazioni: Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 15 dicembre 1921

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XXI
Cherasco
22-12-1901
Sinistra
Elezione in corso di legislatura
XXII
Cherasco
6-11-1904
Sinistra
XXIII
Cherasco
7-3-1909
Sinistra
XXIV
Cherasco
26-10-1913
Sinistra


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Segretario della Commissione di contabilità interna (18 giugno 1921-4 febbraio 1922. Dimissionario)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tommaso Tittoni, Presidente

      Onorevoli colleghi. Durante la pausa dei nostri lavori abbiamo dovuto deplorare la perdita di ben quindici nostri carissimi colleghi. Io vi chiamo a commemorarli in un raccoglimento severo e solenne che è al tempo stesso omaggio alla memoria loro ed indice della maestà di questa eccelsa Assemblea. [...]
      Il 4 agosto si spense in Narzole l'avvocato Giacomo Curreno. Nato in Torino il 15 febbraio 1858, compiuti con grande onore gli studi di giurisprudenza in quell'Università, esercitò con vivo successo l'avvocatura, distinguendosi per la dottrina e per la grande scrupolosità professionale. Procacciatasi stima e rinomanza, a 32 anni, per la XXI legislatura, venne eletto deputato dal collegio di Cherasco, che gli fu fedele per altre tre legislature, dal 1900 al 1919; ed alla Camera seppe distinguersi sempre per la grande attività ed assiduità dei lavori legislativi, come per la dirittura ed onestà di carattere.
      Fu anche esperto amministratore e dalla fiducia dei suoi conterranei venne chiamato a ricoprire molte cariche locali: fu consigliere provinciale di Cuneo, spiegando fervida operosità per il benessere della sua provincia, fu sindaco di Carrù, rivelando in tal carica grande integrità e capacità.
      Il suo profondo spirito di disinteresse, il vivo amore alla sua terra, la cura assidua e vigile del benessere dei suoi concittadini, congiunti alla squisita semplicità di modi, all'esemplarità della vita privata e famigliare, lo resero universalmente amato e rispettato. Modesto e austero fece sempre senza esibizionismi il suo dovere in ogni campo.
      Nella guerra nazionale ebbe l'orgoglio e il dolore di perdere un figlio amatissimo sul campo dell'onore, e non è a dire quanto quella perdita crudele abbia contribuito a minare la sua salute.
      Il 2 ottobre 1920 fu nominato senatore e fu assiduo ai nostri lavori.
      Il Senato invia un mesto saluto alla memoria di Giacomo Curreno ed esprime alla desolata famiglia le proprie vivissime condoglianze. (Bene).
      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Chiedo di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Voi avete ascoltato, onorevoli senatori, nell'alta parola del nostro illustre Presidente, la rievocazione della vita, delle benemerenze, dell'opera tutta, che fu svolta dai compianti colleghi che abbiamo perduto.
      Al rimpianto del Senato il Governo unisce l'espressione del suo omaggio riverente e di associa alla proposta di inviare vive condoglianze alle famiglie e alle città natali degli scomparsi. Tutte le forme di attività più nobili del pensiero e dell'azione sono rappresentate nell'elenco dei colleghi che oggi commemoriamo; dall'azione politica e amministrativa di [...], Curreno [...].

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 12 novembre 1923.

Ringraziamenti:Dott. Sergio Chiamparino Sindaco di Torino
Dott. Stefano Benedetto Vicedirezione generale Gabinetto del Sindaco e servizi culturali - Settore Archivi e protocollo del Comune di Torino


Attività 0679_Curreno_IndiciAP.pdf