SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


COCUZZA Federico

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:02/12/1860
Luogo di nascita:MONTEROSSO ALMO (Siracusa) - oggi (Ragusa)
Data del decesso:02/10/1926
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Girolamo
Madre:LABISO Giuseppa
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Titoli nobiliariAppartenente a un ramo cadetto dei baroni di Canalazzi e S. Lio
Coniuge:COCUZZA Carolina, cugina
Figli: No
Fratelli:Gesualda, che sposò Salvatore NOTO
Giuseppina
Salvatore
Luogo di residenza:NAPOLI
Indirizzo:Posillipo, 45
Altra residenza:CATANIA
ROMA
Professione:Possidente
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Siracusa (1918)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:04/04/1909
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:22/05/1909
Giuramento:02/07/1909
Annotazioni:Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica


    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XVIII
Comiso
6-11-1892
Sinistra
XIX
Comiso
26-5-1895
Sinistra
XX
Comiso
21-3-1897
Sinistra
XXI
Ragusa Superiore
3-6-1900
Sinistra
XXII
Ragusa Superiore
6-11-1904
Sinistra


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
        Tommaso Tittoni, Presidente

        Onorevoli senatori. Rivolgiamo ora un saluto reverente agli amati colleghi perduti durante la lunga sosta delle nostre sedute. [...]
        Il 2 ottobre in Napoli moriva improvvisamente il collega Federico Cocuzza che era nato in Monterosso Almo il 12 febbraio 1860 da cospicua famiglia.
        Mente aperta e vigorosa, entrò assai giovane nella vita pubblica. Nella sua regione nativa occupò con grande amore i maggiori uffici addimostrandosi provetto amministratore e dal 1892 fu inviato alla Camera dei deputati dove, prima come rappresentante di Comiso e poi di Ragusa Superiore, sedette a sinistra per cinque legislature, fino alla 22ª. Ai lavori parlamentari partecipò alacremente, sia nelle commissioni che nelle sedute pubbliche, premuroso sempre degli interessi del Mezzogiorno, ed in particolare della sua terra; il 4 aprile 1909, fu nominato senatore.
        Di lui fu l'animo generoso come il tratto signorile; ottimo cittadino, lascia di sé largo rimpianto.
        Vada alla sua memoria il nostro mesto e reverente saluto e alla famiglia le nostre condoglianze. (Bene).
        FEDELE, ministro della pubblica istruzione. Chiedo di parlare.
        PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
        FEDELE, ministro della pubblica istruzione. In nome del Governo mi associo alle parole di cordoglio dette dal Presidente dell'Assemblea per la perdita dei senatori che egli ha commemorato. Ciascuno di essi nei vari campi ove svolse la propria opera, o in quello della scienza e delle lettere, come i senatori [...] o nel campo della politica come i senatori Cocuzza [...]. Il Governo nazionale, interprete del sentimento di riconoscenza del popolo italiano, si inchina alla loro memoria.

        Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 16 novembre 1926.

Note:Secondo altra fonte risulta nato l'11 febbraio 1860.
Ringraziamenti:- Sig. ra Lucia Romanelli, responsabile della Biblioteca comunale "G. La Pira" di Monterosso Almo
- Prof. Giuseppe Scollo, assessore alla cultura di Monterosso Almo
- Dott. Giuseppe La Barbera
- Salvatore Palmeri di Villalba


Attività 0591_Cocuzza_IndiciAP.pdf