SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


CARUSO Raffaele

  







   Indice dell'AttivitÓ Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:05/04/1841
Luogo di nascita:PALERMO
Data del decesso:23/06/1923
Luogo di decesso:COMISO (Siracusa) - oggi (Ragusa)
Padre:Biagio
Madre:COMITINI Nunziata
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:celibe
Fratelli:Antonino, celibe
Bianca, spos˛ Antonio Iacono
Nunzio, spos˛ Giovanna CiarciÓ
Parenti:CARUSO Biagio, ingegnere, nipote, spos˛ Antonietta Pace (sorella dell'archeologo e deputato Biagio Pace)
IACONO CARUSO Gioacchino, nipote, spos˛ Nunziata Caruso (cugina, figlia di Biagio)
CARUSO Teresa, figlia di Biagio, nipote, spos˛ IACONO MAZZA Giombattista
CARUSO Nunziata, figlia di Biagio, nipote, spos˛ IACONO CARUSO Gioacchino, figlio di Bianca CARUSO sorella del senatore
Luogo di residenza:COMISO (Siracusa) - oggi (Ragusa)
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:UniversitÓ di Catania
Professione:Industriale-agricoltore
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Comiso (7 gennaio 1870 - 10 maggio 1876) (1░ novembre 1889 - 7 luglio 1890)
Presidente del Consiglio provinciale di Siracusa (10 agosto 1885) (10 agosto 1886) (25 agosto 1890) (14 agosto 1900) (10 agosto 1903)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Comiso (3 novembre 1867 - 28 dicembre 1869) (10 maggio- 28 maggio 1876) (6 marzo 1884 - 30 ottobre 1889)
Consigliere provinciale di Siracusa (1871)
Membro della Deputazione provinciale di Siracusa
Cariche e titoli: Proprietario della distilleria di Comiso
Cavaliere del lavoro (10 luglio 1902)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/04/1904
Categoria:16 I membri dei Consigli di divisione
dopo tre elezioni alla loro Presidenza
Relatore:Ernesto Balbo Bertone di Sambuy
Convalida:23/03/1904
Giuramento:23/03/1904
Annotazioni:Gruppo Senato: liberale democratico, poi Unione democratica

    .:: Onorificenze ::.

Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 1912

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XII
Comiso
8-11-1874
Sinistra costituzionale
XVII
Modica
12-4-1891*
Sinistra costituzionale
Annullamento dell'elezione il 4 dicembre 1891. Rielezione il 3 gennaio 1892, annullamento dell'elezione il 23 febbraio 1892. Elezione del 20 marzo 1892 non riferita per la chiusura della legislatura


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tommaso Tittoni, Presidente

      Onorevoli colleghi. Durante la pausa dei nostri lavori abbiamo dovuto deplorare la perdita di ben quindici nostri carissimi colleghi. Io vi chiamo a commemorarli in un raccoglimento severo e solenne che Ŕ al tempo stesso omaggio alla memoria loro ed indice della maestÓ di questa eccelsa Assemblea. [...]
      Il 23 giugno scorso moriva in Comiso l'avvocato Raffaele Caruso. Nato in Palermo da famiglia comisana il 14 maggio 1841, pass˛ quasi tutta la sua vita nella cittÓ dei suoi maggiori, ed al bene di essa dedic˛ intiera la sua lunga operositÓ. A 26 anni, da poco terminati gli studi legali, veniva dalla stima e dall'affetto dei concittadini, chiamato a sedere nel Consiglio comunale e tenne poi lungamente la carica di sindaco, acquistandosi tante benemerenze, che il Consiglio comunale, nel 1871, lo dichiarava benemerito della cittÓ e gli decretava una medaglia d'oro.
      Fu per quasi 50 anni ininterrottamente, fino al 1914, consigliere provinciale pel mandamento di Comiso al Consiglio provinciale di Siracusa: fu anche per vari anni deputato provinciale e per cinque volte venne eletto presidente del Consiglio provinciale, acquistandosi cosý degnamente il titolo alla nomina senatoria.
      Nel 1870, quando non aveva ancora 30 anni, i concittadini lo designarono loro rappresentante in Parlamento, ma appunto per difetto di etÓ non potÚ allora entrare alla Camera. Nella successiva 12¬ legislatura, nel 1874, fu nuovamente eletto e potÚ esercitare il mandato. Il 4 marzo 1904 fu nominato senatore e fu assiduo ai nostri lavori.
      Uomo di grande saggezza, rettitudine e capacitÓ, seppe mettere le sue qualitÓ a servizio del proprio paese, e fu sempre primo lÓ dove vi fosse da fare del bene o dare buon esempio. Basti ricordare l'opera da lui prestata in occasione del tremendo terremoto calabro-siculo, che gli valse il conferimento da parte del Governo del diploma con medaglia d'argento.
      Una bella figura di cittadino e di amministratore pubblico Ŕ con lui scomparsa, che onorava l'Isola generosa. Vada alla sua memoria il nostro sincero rimpianto, ed alla sua famiglia l'espressione del nostro vivo rammarico. (Bene).
      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Chiedo di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
      CORBINO, ministro dell'economia nazionale. Voi avete ascoltato, onorevoli senatori, nell'alta parola del nostro illustre Presidente, la rievocazione della vita, delle benemerenze, dell'opera tutta, che fu svolta dai compianti colleghi che abbiamo perduto.
      Al rimpianto del Senato il Governo unisce l'espressione del suo omaggio riverente e di associa alla proposta di inviare vive condoglianze alle famiglie e alle cittÓ natali degli scomparsi. Tutte le forme di attivitÓ pi¨ nobili del pensiero e dell'azione sono rappresentate nell'elenco dei colleghi che oggi commemoriamo; dall'azione politica e amministrativa di [...], Caruso [...]

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 12 novembre 1923.

Ringraziamenti:Ufficio di stato civile del comune di Comiso
Dott. Giuseppe La Barbera, Salvatore Palmeri di Villalba


AttivitÓ 0472_Caruso_IndiciAP.pdf