SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


QUARTIERI Nicolò

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:12/29/1837
Luogo di nascita:BAGNONE (Massa Carrara)
Data del decesso:05/11/1904
Luogo di decesso:BAGNONE (Massa Carrara)
Padre:Ferdinando
Madre:BICCHIERAI Clementina
Coniuge:D'ACHIARDI Teresa
Figli: Ferdinando, senatore, (vedi scheda), che sposò Maria NOCETI
Elisabetta, che sposò il conte Giuseppe Ricci MENICHETTI NANDINO DI SIENA
Virginia, sposò il conte Carlo NOCETI
Titoli di studio:Laurea in filosofia e filologia
Presso:Università di Pisa
Professione:Docente universitario
Carriera giovanile / cariche minori:
Cariche politico - amministrative:Presidente del Consiglio provinciale di Massa Carrara (1873) (1875-1902)
Cariche e titoli: Presidente della Giunta tecnica catastale di Massa-Carrara

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/21/1901
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:10/12/1901
Giuramento:27/12/1901

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 18 luglio 1878

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XI
Pontremoli
31-12-1871*
Destra
Ballottaggio il 7 gennaio 1872. Elezione in corso di legislatura
XII
Pontremoli
8-11-1874
Destra
XIII
Pontremoli
5-11-1876
Destra
XIV
Pontremoli
16-5-1880
Destra
XV
Massa Carrara
29-10-1882
Destra
XVI
Massa Carrara
23-5-1886
Destra
XVII
Massa Carrara
23-11-1890
Destra
XVIII
Pontremoli
6-11-1892
Destra
Cariche:Segretario (26 novembre 1874-3 ottobre 1876) (26 novembre 1876-2 maggio 1880) (27 maggio 1880-25 settembre 1882) (24 novembre 1882-27 aprile 1886) (11 giugno 1886-3 agosto 1890) (11 dicembre 1890-27 settembre 1892) (24 novembre 1892-13 gennaio 1895)


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti parlamentari - Commemorazioni
      Tancredi Canonico, Presidente

      Signori senatori!
      Duolmi dover cominciare il mio ufficio dalle dolenti note. Ma pur troppo è ben raro che durante un periodo, anche non lungo, d'interruzione dei nostri lavori, non si abbiano a deplorare perdite dei nostri colleghi.
      [...]
      Il dott. Nicolò Quartieri, era vigoroso ancora quando si estinse in Massa Carrara il 5 dello scorso mese, non ancora compiuti i 66 anni, essendo egli nato il 29 dicembre 1837 a Bagnone.
      Dotto ed appassionato cultore delle discipline filosofiche e filologiche, nelle quali era laureato, entrò alla Camera dei deputati nel corso dell'XI legislatura portatovi dal collegio di Pontremoli, che la nomina del generale Cadorna a senatore aveva lasciato vacante.
      Fu sempre riconfermato nelle successive elezioni, e tenne per molti anni alla Camera la carica di segretario dell'ufficio di Presidenza. Di parte moderata, assiduo ai lavori parlamentari, pronunciò più volte discorsi serenamente assennati ed applauditi, finché divenne nostro collega il 21 novembre 1901. Né tralasciò di partecipare ai lavori della Deputazione provinciale di Massa, che spesso presiedette.
      Colto altrettanto quanto modesto, mite di animo, gentile di modi, era carissima cosa il conversare con lui.
      Egli passò a traverso la vita senza altro scopo che farvi il proprio dovere con serena coscienza, e senza nulla cercare per sé.
      Non possiamo che sentir con dolore la sua scomparsa: ma il suo ricordo è ad un tempo un grato conforto
      [...]
      GIOLITTI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Chiedo di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
      GIOLITTI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. A nome del Governo mi associo al dolore del Senato per le perdite gravissime che ha subito durante questo periodo di chiusura dei suoi lavori.
      Quando si pensa al tesoro di patriottismo, di sapienza e di valore che il paese ed il Senato hanno perduto con la scomparsa di questi uomini non si può a meno di essere compresi da un senso di profonda mestizia.
      Io auguro che la nuova generazione possa darci uomini che per patriottismo, per valore e sapienza possano equivalere a quelli dei quali oggi piangiamo la perdita. (Bene).
      Mi consenta il Senato una parola di speciale rimpianto per la perdita del senatore Ottolenghi che mi fu compagno di scuola, e che ebbi poi collega come ministro della guerra. Egli era un cuore nobilissimo, affezionato all’esercito come, forse, pochi uomini lo sono stati, e se avesse avuto anche maggiori occasioni di dimostrare il suo valore e l’altissima sua intelligenza certamente avrebbe saputo acquistarsi ancora maggiori benemerenze verso il paese.
      Io mi associo al profondo dolore del Senato, e rinnovo l’augurio che la generazione che sorge, riempia questi vuoti che, disgraziatamente, si vanno continuamente facendo nel Senato e nel paese. (Vive approvazioni).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 3 dicembre 1904.

Note:Il nome risulta anche nella variante "Nicola", Nicolò", "Niccolò".
Ringraziamenti:- Sindaco di Bagnone Gianfranco Lazzeroni
- Monica Armanetti, Biblioteca - Archivio storico del comune di Bagnone
- Ferdinando Vegni


Attività 1845_Quartieri_Nicolò_IndiciAP.pdf