SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


ZIPPEL Vittorio

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/04/1860
Luogo di nascita:TRENTO
Data del decesso:04/04/1937
Luogo di decesso:TRENTO
Padre:Giovanni
Madre:TOMASI Teresa
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:ALBERTI Angelina
Figli: Aldo
Lidia
Fratelli:Giuseppe, storico
Parenti:ZIPPEL Cristano, avo paterno
ZIPPEL WEICHITGHER Carolina, ava paterna
TOMASI Nicolò, avo materno
TOMASI Domenica, ava materna
Luogo di residenza:TRENTO
Professione:Editore
Cariche politico - amministrative:Vicepodestà di Trento (1911)
Podestà di Trento (1913-maggio 1915)
Primo sindaco di Trento (novembre 1918-gennaio 1922)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Trento (1898)
Assessore comunale di Trento
Cariche e titoli: Membro del Comitato del giornale "L'Alto Adige"
Presidente della Cassa di risparmio di Trento (fino al 1911)
Commissario straordinario della Camera di commercio del Trentino di Rovereto e del Consiglio agrario provinciale di Trento (maggio-novembre 1927)
Socio onorario nazionale della Deputazione di storia patria per le Venezie (11 novembre 1921)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:02/24/1919
Categoria:20 Coloro che con servizi o meriti eminenti avranno illustrata la Patria
Relatore:Nerio Malvezzi de' Medici
Convalida:10/03/1919
Giuramento:10/03/1919
    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 2 gennaio 1910
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 18 ottobre 1920
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 18 dicembre 1921


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per il giudizio dell'Alta Corte di giustizia (27 dicembre 1929-19 gennaio 1934) (1° maggio 1934-2 marzo 1939)
Commissario di vigilanza sulla corcolazione e sugli Istituti di emissione (2giugno 1924-21 gennaio 1929) (4 maggio 1929-19 gennaio 1934)
Commissario alla Cassa dei depositi e prestiti (7 aprile 1927-10 gennaio 1934)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
          Luigi Federzoni, Presidente

          Vittorio Zippel [...]: quattro nomi che erano vanto della nostra Assemblea; quattro figure di uomini che in campi diversi hanno lasciato impronte profonde del loro valore.
          Eroica e profetica passione di italianità era stata la virtù somma del trentino Zippel, uno dei più generosi, intrepidi e chiaroveggenti propugnatori e capi dell'irredentismo nella sua terra. Dal padre aveva ereditato una casa editrice che era stata e, con lui, continuò ad essere in Trento un attivo focolare di fede patriottica: basti dire che essa pubblicava, fra l'altro, il glorioso "Archivio per l'Alto Adige" di Ettore Tolomei. Entrato nel 1898 a far parte dell'amministrazione cittadina, prima come consigliere comunale, poi come assessore e vicepodestà, infine come podestà, contribuì efficacemente a fare del Comune il più forte baluardo per la difesa del carattere nazionale e dei destini italiani di Trento, in continua tenace lotta con le autorità rappresentative dell'oppressione straniera. Destituito dall'ufficio di podestà alla vigilia della dichiarazione di guerra, e internato ad Haslach nell'Austria Inferiore, era stato processato nell'aprile 1916 sotto l'accusa di alto tradimento e condannato ad otto anni di carcere, sopportando la durezza della pena con ammirabile coraggio, finché nel luglio 1917, compreso nell'amnistia concessa dall'Imperatore Carlo a tutti i condannati politici della Monarchia asburgica era stato nuovamente internato ad Ottenheim sul Danubio.
          Vittorio Zippel era potuto rientrare a Trento soltanto il 20 novembre 1918, richiamatovi dal governatore Militare generale Pecori Giraldi, per riprendere il suo posto alla direzione del comune nella città redenta: posto che egli aveva serbato, in mezzo alla venerazione affettuosa di tutti i conterranei, sino a quando la grave età e le forze declinanti glielo avevano consentito.
          Vittorio Zippel era stato nominato senatore nel 1919, per il titolo delle sue altissime benemerenze verso la patria. [...]
          SOLMI, ministro di grazia e giustizia. Domando di parlare.
          PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
          SOLMI, ministro di grazia e giustizia. Il Governo si associa alle nobilissime e commosse parole pronunciate dal Presidente di questa Assemblea in memoria degli Illustri Scomparsi.

          Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 11 maggio 1937.

Note:Il nome completo risulta essere: "Vittorio Filippo".
Ringraziamenti:Dott.ssa Elisabetta Bidischini e Dott.ssa Diana Ascenzi della Biblioteca Unioncamere
Dott.ssa Caterina Tomasi - Fondazione Museo storico del Trentino Archivi e Biblioteca
Dott. Franco Cagol - Archivio del Comune di Trento

Archivi:Presso il Museo storico di Trento è conservato il fondo Zippel, in particolare i diari del periodo di guerra

Attività 2355_Zippel_IndiciAP.pdf