SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


VERSARI Riccardo

  







   Indice dell'Attivitą Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:01/09/1865
Luogo di nascita:MILANO
Data del decesso:29/06/1945
Luogo di decesso:LA MORRA (Cuneo)
Padre:Attilio
Madre:CAMAGNI Elisabetta
Figli: Attilio, professore, dottore
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via Claudio Monteverde, 20
Titoli di studio:Laurea in medicina
Conseguiti nel:1889
Fonte: <ACS>
Professione:Docente universitario
Altre professioni:Medico
Carriera:Professore ordinario di Anatomia umana normale e Direttore dell'Istituto anatomico alla Universitą di Palermo (1903)
Preside della Facoltą di medicina e chirurgia alla Universitą di Palermo
Professore onorario della Universitą di Palermo (1914)
Professore ordinario di Anatomia umana e Direttore dell'Istituto anatomico alla Universitą di Napoli (1914)
Professore ordinario di Anatomia umana e Direttore dell'Istituto anatomico alla Universitą di Roma (1919)
Professore di Anatomia umana alla Accademia fascista di educazione fisica (1927)
Rettore dell'Accademia fascista di educazione fisica (1927)
Professore emerito della Universitą di Roma
Cariche e titoli: Socio corrispondente dell' Accademia dei Lincei (10 ottobre 1919)
Membro della Commissione sanitaria degli ospedali
Medico fiduciario della Commissione per le pensioni agli operai invalidi e vecchi delle solfatare della Sicilia
Membro della Commissione medica superiore per le pensioni di guerra (1923)
Membro della Commissione delle prime olimpiadi internazionali universitarie di arte, scienza e sport (1925)
Membro della Commissione di propaganda e cultura fascista (1926)
Membro del Comitato nazionale biologico (1929)
Direttore del giornale "Ricerche di morfologia"
Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione
Membro del Consiglio superiore di sanitą
Membro del Consiglio nazionale delle ricerche
Socio dell'Accademia medica di Palermo
Socio dell'Accademia pontaniana di Napoli
Socio della Societą medico-chirurgica di Bologna
Socio dell'Accademia lancisiana di Roma
Socio dell'Accademia medica di Roma
Medaglia d'oro della Societą italiana delle scienze, detta dei XL
Medaglia d'oro della Societą italiana di oftalmologia
Socio ordinario dell'Accademia pontaniana di Napoli (5 marzo 1916)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/02/1929
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Carlo Calisse
Convalida:14/05/1929
Giuramento:15/05/1929

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 10 febbraio 1895
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 25 novembre 1900
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 24 febbraio 1907
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 8 agosto 1920
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 3 novembre 1931
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 18 giugno 1899
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 26 giugno 1910
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 29 aprile 1917
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 26 gennaio 1933
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 6 gennaio 1936

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1915-1918 I guerra mondiale
Mansioni:Tenente colonnello medico-Direttore di Ospedali militari
Volontario:SI


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro supplente della Commissione d'accusa dell'Alta Corte di Giustizia (1° maggio 1934-2 marzo 1939)
Membro della Commissione per il giudizio dell'Alta Corte di Giustizia (17 aprile 1939-5 agosto 1943)
Membro della Commissione dell'educazione nazionale e della cultura popolare (17 aprile 1939-5 agosto 1943)

    .:: Alta Corte di Giustizia per le Sanzioni contro il Fascismo (ACGSF) ::.

Deferimento:27/08/1945
Provvedimento:Ordinanza di non luogo a procedere per decessoData:29/09/1945

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Per i senatori deceduti successivamente al 17 maggio 1940, data dell'ultima seduta pubblica del Senato del Regno, non fu svolta commemorazione in Assemblea.