SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


MANTOVANI Vico

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:02/13/1869
Luogo di nascita:FERRARA
Data del decesso:22/10/1938
Luogo di decesso:FERRARA
Padre:Guelfo, avvocato
Madre:ATTENDOLI Corinna
Coniuge:MOTTA Lina
Figli: Giovanni
Tancredi
Maria
Luogo di residenza:FERRARA
Titoli di studio:Laurea in ingegneria
Professione:Ingegnere
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Ferrara
Consultore municipale di Ferrara (1922-1928)
Consigliere provinciale di Ferrara
Cariche e titoli: Presidente della Scuola industriale di Ferrara
Commissario straordinario della Camera di commercio di Ferrara (1927)
Vicepresidente della Camera di commercio di Ferrara (1927-1932)
Fondatore e presidente dell'Istituto federale di credito agrario
Presidente del Consorzio generale di bonifica per la provincia di Ferrara

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:03/01/1934
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Carlo Schanzer
Convalida:03/05/1934
Giuramento:04/05/1934

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 22 settembre 1915
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 18 marzo 1919
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 6 gennaio 1921

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XXVI
Bologna
15-05-1921
Gruppo agrario
XXVII
Collegio unico nazionale (Emilia)
06-04-1924
XXVIII
Collegio unico nazionale
24-03-1929



    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Luigi Federzoni, Presidente
      "PRESIDENTE [...]. Fra gli intrepidi antesignani nelle formidabili battaglie del Fascismo emiliano contro la follia criminale di sovversivi allorché questa pareva incoraggiata dall'inerzia o dalla cecità delle autorità responsabili, era stato il ferrarese Vico Mantovani che nell'organizzazione, da lui strenuamente promossa e potenziata, degli agricoltori della sua provincia non portò soltanto un'aperta e pugnace volontà di difesa di legittimi interessi, ma anche e sopra tutto la consapevolezza schiettamente fascista di una solidarietà sociale che trascendeva ogni unilaterale concetto classista. Il nome di lui resta pertanto legato alle vicende della grande rinascita spirituale ed economica determinata in Ferrara, come in tutti gli altri maggiori centri dell'agricoltura italiana, dalla Rivoluzione delle Camicie nere e dalla politica rigeneratrice del Regime. Presidente della Federazione provinciale degli agricoltori, fondatore e presidente dell'istituto federale di credito agrario, vicepresidente del Consiglio provinciale delle corporazioni, presidente del Consorzio generale di bonifica, deputato al parlamento dal 1921 per tre legislature, senatore dal 1934, in tutti gli uffici ai quali fu chiamato, Vico Mantovani diede prova delle sue salde doti di ingegno e di competenza e della sua ardente devozione agli ideali del Fascismo.
      CIANO, ministro degli affari esteri. Domando di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
      CIANO, ministro degli affari esteri. A nome del Governo, mi associo alle nobili e commosse espressioni di rimpianto testé pronunciate dal Presidente dell'Assemblea".

      Senato del Regno, Atti parlamentari.Discussioni, 12 dicembre 1938.

Ringraziamenti:Dott.ssa Elisabetta Bidischini e Dott.ssa Diana Ascenzi della Biblioteca Unioncamere