SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


LUCHINI Odoardo

  







   Indice dell'AttivitÓ Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:06/11/1844
Luogo di nascita:RADICOFANI (Siena)
Data del decesso:17/01/1906
Luogo di decesso:FIRENZE
Padre:Ranieri
Madre:BRUGI Clementina
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:ANDREUCCI Isabella
Figli: Matilde, pittrice, che spos˛ Garibaldi LUCHINI, cugino, figlio di Pirro, ed era madre di Luchino e Alberto, che spos˛ Tullia NENO ed era padre di Isabella
Fratelli:Pirro, medico, che spos˛ Clelia ROSSI FERRINI ed era padre di Garibaldi che spos˛ la cugina Matilde
Parenti:ANDREUCCI Ferdinando, suocero, senatore (vedi scheda)
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via Sistina, 72
Titoli di studio:Laurea in [giurisprudenza e scienze politico-amministrative]
Presso:UniversitÓ di Pisa
Professione:Avvocato
Carriera:Professore di Diritto amministrativo presso l'Istituto di scienze sociali "Cesare Alfieri" di Firenze [1868]
Cariche e titoli: Collaboratore de "La Nazione"
Socio ordinario dell'Accademia dei Georgofili di Firenze (13 gennaio 1873)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:06/14/1900
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:26/06/1900
Giuramento:26/06/1900

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 7 giugno 1887
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 25 ottobre 1891

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1866 terza guerra d'indipendenza
Volontario:SI

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XIII
Montepulciano
13-7-1879
Destra
Elezione in corso di legislatura
XIV
Montepulciano
16-5-1880
Destra
XV
Siena
29-10-1882
Destra
XVI
Siena
23-5-1886
Destra
XVII
Siena
23-11-1890
Destra
XX
Montalcino
21-3-1897*
Destra
Ballottaggio il 28 marzo 1897


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tancredi Canonico, Presidente

      Signori senatori! Nemmeno questa volta il periodo di sospensione dei nostri lavori ha potuto compiersi, senza che abbiamo a lamentare la perdita di un collega.
      Il senatore Odoardo Luchini, nato a Radicofani l'11 dicembre 1844, morý a Firenze il 17 corrente.
      Di svegliato ingegno, conseguý con plauso la laurea a Pisa appena ventenne; ed esercit˛ di poi l'avvocatura a Firenze, divenendo bentosto un civilista di primo ordine.
      A 24 anni ottenne per concorso nell'istituto di scienze sociali, fondato in quella cittÓ dal compianto nostro collega senatore Alfieri, la Cattedra di diritto amministrativo, che continu˛ a tenere sino alla morte.
      Scrisse parecchie monografie giuridiche e politiche di molto pregio; fra esse quella sulla scuola di giurisprudenza in Firenze, e sulla formazione di una classe dirigente in Italia, sui diritti della donna, sulle nuove forme di credito a favore dell'agricoltura, sulle istituzioni pubbliche di beneficenza; e fu collaboratore di vari giornali, specialmente della nazione.
      Sedette alla Camera in ben cinque legislature: deputato, prima, di Montepulciano, poi di Siena, poi di Montalcino. Laboriosissimo, vi pronunci˛ importanti discorsi su questioni giuridiche, economiche e di pubblica istruzione; fece parte di molte commissioni, e fu relatore del disegno di legge sulle Opere pie, non che di una parte del progetto di Codice penale presentato dall'onorevole Zanardelli.
      A Firenze sostenne ragguardevoli uffici in numerose amministrazioni e numerosi istituti; fu presidente della sezione toscana della SocietÓ africana, e fu chiamato a difendere, davanti al Tribunale internazionale il Governo del Bey di Tunisi per la questione della Gedeida.
      Nominato senatore il 14 giugno 1900, intervenne alle nostre sedute sempre quando gli fu possibile, prendendo parte attiva nelle discussioni, segnatamente del disegno di legge sulla municipalizzazione dei pubblici servizi.
      La sottile arguzia toscana si mesceva in lui alla squisita bontÓ dell'animo; il suo conversare privato era gentile, vivace, amabilissimo.
      Giustamente tutta Firenze lo rimpiange; e con essa lo rimpiangiamo noi, che perdemmo in Odoardo Luchini un valoroso e carissimo collega. (Approvazioni).
      FORTIS, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Domando la parola.
      PRESIDENTE. Ha FacoltÓ di parola.
      FORTIS, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Per quanto il Ministero non sia ancora stato presentato al Senato, tuttavia mi tengo autorizzato ad aggiungere una parola di profondo compianto per la perdita del senatore Odoardo Luchini, il quale ebbe una vita piena di attivitÓ nobilissime e che pu˛ essere veramente citata ad esempio. Le parole dette dall’illustre Presidente del Senato rispondono effettivamente al sentimento di ognuno di noi, ed io con tutto l’animo, a nome del Governo, a quelle parole mi associo. (Approvazioni).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. discussioni, 30 gennaio 1906.

Note:[CuriositÓ]: nel 1872 il Governo del Bey di Tunisi lo nomin˛ avvocato della Corona per difendere il governo di Tunisi davanti al Tribunale internazionale per la questione della Gedeida.
Ringraziamenti:Sindaco di Radicofani Massimo Magrini

AttivitÓ 1299_Luchini_IndiciAP.pdf