SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


LANZARA Giuseppe

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:10/09/1836
Luogo di nascita:CASTEL SAN GIORGIO (Salerno)
Data del decesso:13/11/1907
Luogo di decesso:SARNO (Salerno)
Padre:Giovanni
Madre:NORMANDIA Rosa
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:Celibe
Fratelli:Andrea
Eduardo
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Professione:Avvocato

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/17/1898
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:09/12/1898
Giuramento:12/12/1898

    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 24 novembre 1892
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XI
Nocera Inferiore
20-11-1870*
Sinistra costituzionale
Ballottaggio il 27 novembre 1870
XII
Nocera Inferiore
8-11-1874
Sinistra costituzionale
XIII
Nocera Inferiore
5-11-1876
Sinistra costituzionale
XIV
Nocera Inferiore
16-5-1880**
Sinistra costituzionale
Ballottaggio il 23 maggio 1880
XV
Salerno I
29-10-1882
Sinistra costituzionale
XVI
Salerno I
23-5-1886
Sinistra costituzionale
XVII
Salerno I
23-11-1890
Sinistra costituzionale
XVIII
Nocera Inferiore
6-11-1892
Sinistra costituzionale


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Proroga a tutto luglio 1902 dell'abbuono del 30 per cento per la distillazione dei vini concessa della legge 29 dicembre 1901, n. 522" (30 aprile 1902)
Membro della Commissione per le petizioni (27 novembre 1902-13 novembre 1907)
Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Proroga concessa al Governo di destinare gli uditori ad esercitare le funzioni di vice-pretori dopo sei mesi di tirocinio" (22 dicembre 1902)
Membro della Commissione per la Biblioteca (16 maggio 1904-13 novembre 1907)
Membro della Commissione di finanze (11 dicembre 1905-13 novembre 1907)
Membro della Commissione per l'esame dei disegni di legge "Riscatto delle strade ferrate meridionali e liquidazione della gestione della rete Adriatica" e "Accordi per la liquidazione della gestione della rete Mediterranea" (9 luglio 1906)
Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Creazione di nuovi posti nelle tabelle del personale dell'Amministrazione delle poste e dei telegrafi, ed aumento del compenso per i lavori straordinari" (23 dicembre 1906)
Commissario di vigilanza al debito pubblico (29 gennaio 1900-13 novembre 1907)

    .:: Governo ::.

    Governo:
Sottosegretario di Stato al Ministero delle finanze (22 maggio 1892-28 maggio 1893)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tancredi Canonico, Presidente

      Signori senatori! È legge fatale che ogni ripresa dei nostri lavori incominci con una nota dolente. [...]
      Un altro collega che, non è ancor molto, vedevamo sano e fiorente aggirarsi fra noi, abbiamo perduto nel senatore Lanzara, morto a Sarno il 13 novembre scorso.
      Egli era nato il 9 ottobre 1836 a Castel S. Giorgio in Provincia di Salerno.
      Datosi a coltivare con plauso le scienze giuridiche ed economiche, fin dalla prima giovinezza cooperò con ardore all'indipendenza della patria; e, caduto il Governo borbonico, fu ben presto eletto deputato nel collegio di Nocera Inferiore, che lo rielesse per tre altre legislature; e poi, dopo lo scrutinio di lista, venne eletto dal 1° collegio di Salerno.
      Sottosegretario di Stato alle finanze nel 1892-1893, fu nominato senatore il 17 novembre 1898.
      Assiduo ai lavori parlamentari, partecipò sovente alle discussioni, sopratutto in materia di finanza e di economia pubblica, in cui fece lavori importanti quale membro di varie giunte e commissioni.
      Egli era benvoluto da tutti per la sua operosità, per il saldo carattere, per la bontà dell'animo, per la modestia e la semplicità dei modi.
      Si conversava con lui volentieri, perché mai egli parlava di se; ed il colloquio scorreva sempre famigliare e cortese.
      Al dolore della sua famiglia e della sua provincia nativa si associa quella del Senato, che rimpiange in lui un valente e carissimo collega. (Bene).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 5 dicembre 1907.

Note: Il nome completo risulta essere: "Giuseppe Raffaele Francesco".
Ringraziamenti:- Dott. Andrea Donato Sindaco del Comune di Castel San Giorgio
- Mario Navarra Funzionario responsabile dell'Archivio e della Biblioteca del Comune di Castel San Giorgio
Dr. Giovanni Amendola, Ufficio di stato civile del comune di Sarno


Attività 1252_Lanzara_IndiciAP.pdf