SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


MARIGNOLI Filippo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:04/13/1809
Luogo di nascita:SPOLETO (Perugia)
Data del decesso:17/02/1898
Luogo di decesso:SPOLETO (Perugia)
Padre:Francesco
Madre:STATERA Margherita
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioNo
Titoli nobiliariMarchese di Montecorona, titolo concesso il 17 marzo 1878
Nobile di Spoleto, titolo ascritto il 20 dicembre 1854
Professione:Possidente
Altre professioni:Banchiere
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Perugia
Cariche e titoli: Proprietario del Banco "Marignoli e Cavallini" di Roma
Presidente della Filarmonica di Spoleto
Presidente del Pubblico ornato di Spoleto
Presidente dell'Annona pubblica di Spoleto
Presidente della Bonificazione delle Valli umbre di Spoleto

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:05/15/1876
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Francesco Pallavicini
Convalida:06/06/1876
Giuramento:07/06/1876
    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine di S. Gregorio Magno (Stato pontificio)

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XII
Spoleto
8-11-1874*
Centro
Cessazione per nomina a senatore


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
    Luigi Cremona, Vicepresidente

    Signori senatori! Anche oggi abbiamo lutti da registrare.
    Il 17 febbraio moriva nella sua villa presso Spoleto il senatore Filippo Marignoli, marchese di Montecorona. Era nato in quella città il 13 aprile 1809 da cospicua e ricca famiglia; e da giovane attese agli affari bancari, qui in Roma, nella nota Casa fondata da uno zio. Poi, senza ritrarsene, si dedicò a studi geniali di antiquaria e numismatica. Sebbene fosse un liberale sincero, non prese mai parte attiva ai movimenti politici. La città nativa lo deputò al Parlamento nella XII legislatura; fu nominato senatore il 15 maggio 1876.
    Del lauto patrimonio fece largo uso a prò della classe operaia, delle arti belle e d'ogni sorta di pie istituzioni. Spoleto ricorda la condotta coraggiosa e benefica del Marignoli in occasione del colèra del 1855; l'opera di lui munifica ed assidua come promotore di lavori pubblici utili e decorosi; le generose largizioni in soccorso dei miseri; l'attività ed integrità come amministratore della cosa pubblica. Egli sarà lungamente rimpianto per tutte le cose buone da lui operate e promosse. (Bene). [...]
    FANO. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    FANO. [...] Propongo pure che siano inviate le nostre condoglianze alle famiglie degli altri senatori, commemorati in questa tornata. (Bene! Bravo!). [...]
    VISCONTI-VENOSTA, ministro degli affari esteri. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    VISCONTI-VENOSTA, ministro degli affari esteri. Il Governo si associa con tutto l’animo alle commemorazioni che furono fatte dei nostri perduti colleghi. [...]
    PRESIDENTE. Come il Senato ha udito, il senatore Fano ha fatta la proposta di mandare le condoglianze del Senato alle famiglie dei senatori che sono stati testé commemorati [...]
    Coloro che approvano questa proposta sono pregati di alzarsi.
    (Approvato).

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 28 febbraio 1898.

Note:[Curiosità]:il senatore fu azionista della Commissione istituita per la costruzione del Teatro nuovo di Spoleto.
Ringraziamenti:Massimo Brunini Sindaco del Comune di Spoleto
Dott.ssa Maria C. Mastropasqua - Direzione Cultura e turismo Servizio Biblioteca del Comune di Spoleto


Attività 1374_Marignoli_IndiciAP.pdf