SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


PINCHERLE Gabriele

  







   Indice dell'AttivitÓ Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:04/25/1851
Luogo di nascita:VENEZIA
Data del decesso:02/11/1928
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Giacomo
Madre:CAPON Emilia
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:Celibe
Fratelli:Elena
Gabriele
Anna
Carlo, che spos˛ Gina DE MARSANICH ed era madre di Alberto (lo scrittore Alberto Moravia)
Amelia, che spos˛ Giuseppe Emanuele ROSSELLI ed era madre di Aldo, Carlo, Nello (Carlo e Nello antifascisti furono uccisi a Bagnoles de l'Orne)
Parenti:PINCHERLE Leone, prozio
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via Cavallini, 22
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:UniversitÓ di Padova
Professione:Magistrato
Carriera giovanile / cariche minori:Referendario del Consiglio di Stato (16 marzo 1893)
Carriera:Consigliere di Stato (8 gennaio 1899)
Presidente di sezione del Consiglio di Stato (6 febbraio 1913-2 dicembre 1923)
Presidente onorario del Consiglio di Stato (2 dicembre 1923)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:10/16/1913
Categoria:15 I Consiglieri di Stato
dopo cinque anni di funzioni
Relatore:Giorgio Giorgi
Convalida:20/12/1913
Giuramento:20/12/1913
Annotazioni:Gruppo Senato: Non ascritto a gruppi
    .:: Onorificenze ::.

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 1897
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 1906
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 23 febbraio 1911
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 10 gennaio 1890
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 14 gennaio 1900
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 1905
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 21 gennaio 1909
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 1921


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro ordinario della Commissione d'accusa dell'Alta Corte di giustizia (6 marzo 1917-29 settembre 1919) (6 dicembre 1919-7 aprile 1921) (28 giugno 1921-10 dicembre 1923) (3 giugno 1924-17 novembre 1925. Dimissionario)
Segretario della Commissione per le petizioni (9 dicembre 1919-7 aprile 1921)
Membro della Commissione per l'esame del disegno di legge "Proroga del termine per procedimenti di responsabilitÓ per recuperi" (13 luglio 1922)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Tommaso Tittoni, Presidente

      Onorevoli colleghi. [...] Il 2 corrente un altro carissimo collega ci Ŕ mancato nella persona dell'avv. Gabriele Pincherle, presidente onorario del Consiglio di Stato. Non mi Ŕ dato di rammentarne a voi i meriti, in omaggio alla espressa volontÓ del defunto, che nel suo testamento ha lasciato scritto quanto segue:.
      "Desidero che i miei funerali siano modesti, senza fiori nÚ torcie e che non mi siano resi gli onori che mi spetterebbero come senatore. Prego il Presidente del Senato di non fare commemorazione di me nell'Alto consesso a cui ho l'altissimo e immeritato onore di appartenere. A lui e ai componenti l'alta Assemblea rivolgo il mio reverente affettuoso saluto".
      Limitiamoci dunque a tributare un mesto commosso omaggio alla salma dell'amato collega, mentre esprimiamo ai desolati congiunti i sensi del nostro vivo dolore. (Bene). [...]
      MUSSOLINI, capo del Governo. Domando di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltÓ.
      MUSSOLINI, capo del Governo. Il Governo si associa alle nobili parole commemorative pronunciate dal Presidente dell'Assemblea.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 6 novembre 1928.

Ringraziamenti:Avv. Mario Egidio Schinaia Presidente del Consiglio di Stato
Dott.ssa Gallo - Consiglio di Stato


AttivitÓ 1761_Pincherle_IndiciAP.pdf