SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


GIORGINI Giovanni Battista

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:05/13/1818
Luogo di nascita:LUCCA
Data del decesso:18/03/1908
Luogo di decesso:MONTIGNOSO (Massa Carrara)
Padre:Gaetano, senatore (vedi scheda)
Madre:DIANA PALEOLOGO Carolina
Coniuge:MANZONI Vittoria
Figli: Luisina
Giorgio, deputato
Matilde, che sposò Roberto SCHIFF ed era madre di Ruggero e di Alessandro
Fratelli:Giorgio
Carlo
Giovannina, che sposò il conte Raffaele Sardi ed era madre di Cesare
Parenti:MANZONI Alessandro, suocero, senatore (vedi scheda)
TAPARELLI D'AZEGLIO, Massimo, cognato (vedi scheda)
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:Università di Pisa
Professione:Docente universitario
Carriera:Professore di Istituzioni criminali all'Università di Siena (Granducato di Toscana) (5 luglio 1839)
Professore di Istituzioni canoniche all'Università di Pisa (Granducato di Toscana) (21 ottobre 1843-28 febbraio 1849. Destituito da Guerrazzi) (aprile-ottobre 1849)
Professore di Filosofia del diritto all'Università di Pisa (Granducato di Toscana) (20 ottobre 1849)
Professore di Storia del diritto e di istituzioni civili all'Università di Siena (Granducato di Toscana) (20 ottobre 1851-1866. Data del collocamento a riposo)
Cariche politico - amministrative:Membro della Consulta di Stato (Toscana) (11 maggio 1859)
Membro e segretario dell'Assemblea dei rappresentanti (Toscana) (1859-1860)
Cariche e titoli: Cofondatore del giornale "L'Italia" (giugno 1847-luglio 1848)
Delegato governativo presso la Regia cointeressata dei tabacchi (15 giugno 1872-1876)
Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione (15 ottobre 1865-dicembre 1866)
Membro straordinario del Comitato per l'istruzione primaria (27 gennaio-settembre 1867)
Membro straordinario del ricostituito Consiglio superiore della pubblica istruzione (22 marzo 1868)
Membro ordinario del Consiglio superiore della pubblica istruzione (17 ottobre 1874-1881)
Socio effettivo della Deputazione di storia patria per le antiche province modenesi (1888)
Membro corrispondente dell'Istituto lombardo di scienze e lettere di Milano (9 febbraio 1865)
Socio emerito della Deputazione di storia patria per le antiche province modenesi (1904)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/09/1872
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Tommaso Spinola
Convalida:16/12/1872
Giuramento:15/01/1873

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1848 prima guerra d'indipendenza
Volontario:SI

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
VII
Siena
25-3-1860
Liberale moderato
VIII
Siena
27-1-1861
Liberale moderato
X
Massa Carrara
10-3-1867
Liberale moderato
XI
Capannori
8-1-1871*
Liberale moderato
Elezione in corso di legislatura. Ballottaggio il 15 gennaio 1871. Cessazione per nomina a delegato governativo presso la Regia cointeressata dei tabacchi


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame del Codice penale (15 dicembre 1877)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
    Pietro Blaserna, Vicepresidente

    Prima di togliere la seduta, adempio al triste dovere di comunicare il seguente telegramma: "Dolente comunico V.E. oggi ore 14 deceduto nella sua villa a Montignoso illustre senatore Gian Battista Giorgini, genero Alessandro Manzoni, relatore legge unificazione Italia. Il prefetto: Ferrari".
    Il nome di Giorgini è così grande che non ha bisogno di commemorazione. Io ho voluto comunicare subito questo telegramma, perché tutti voi conoscete l'importanza dell'uomo e la parte gloriosa da lui avuta nel nostro risorgimento.
    Amico di Cavour, amico di Massimo d'Azeglio, genero di Manzoni, amico di Gino Capponi e di Ricasoli, egli è stato e prima del 1859 e dopo, in tutto il movimento italiano, uno dei fattori principali della nostra unità.
    Di più egli ha avuto anche l'alto onore, come dice il dispaccio, di essere il relatore della legge che proclamò l'unità d'Italia. Questi sono tali titoli che non hanno bisogno che io aggiunga altro e vi domando soltanto l'autorizzazione di poter esprimere il lutto del Senato alla famiglia ed al prefetto il quale ci ha comunicato la grave perdita. (Approvazioni unanimi).
    PIERANTONI. Chiedo di parlare.
    PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
    PIERANTONI. Volevo ricordare la relazione scritta dal Giorgini sulla legge che sanzionò l’unità d’Italia; ma, avendolo fatto già l’onorevole Presidente, mi limiterò a ricordare che a 90 anni e cieco, il Giorgini continuava gli studi di letteratura, specialmente sopra le odi di Orazione, e che non ha mai lasciato un momento per augurare bene alla patria. È da sperare che sifatti uomini sieno imitati dalla gioventù. (Approvazioni).
    GIOLITTI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Chiedo di parlare.
    PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
    GIOLITTI, presidente del Consiglio, ministro dell’interno. Il Senato comprenderà la parte che il Governo prende al suo dolore per la perdita di un uomo così illustre, come il senatore Giorgini, il cui nome ricorda uno dei più bei momenti della nostra storia, l’unificazione della patria nostra.
    Mi permetta ancora il Senato di ricordare che il Giorgini al tempo di Quintino Sella ebbe anche parte importantissima nelle vicende del nostro paese, parte che quantunque disgraziatamente non abbastanza conosciuta, dimostra la mente elevata di lui, e la facilità con la quale egli riusciva ad impadronirsi anche delle questioni più difficili, che erano rimaste sempre estranee ai suoi studi.
    A nome del Governo mando un mesto saluto alla sua memoria e le condoglianze alla sua famiglia desolata. (Approvazioni vivissime e generali).

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 18 marzo 1908.

Ringraziamenti:-Sindaco del Comune di Lucca
-Ufficiale dello Stato civile del Comune di Lucca e collaboratore amministrativo Daniela Rivelli

Archivi:Parte del carteggio è conservato presso l'Archivio contemporaneo del Gabinetto "G.P. Vieusseux" di Firenze, in parte presso la Braidense di Milano e la Labronica di Livorno

Attività 1137_Giorgini_Giovanni_Battista_IndiciAP.pdf