SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia fascista » Scheda Senatore  


TOSTI DI VALMINUTA Fulco

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:10/27/1874
Luogo di nascita:NAPOLI
Data del decesso:20/11/1939
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Giovanni
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariConte palatino
Conte
Nobile dei Duchi di Valminuta
Don
Coniuge:MARSIGLI Anna
Figli: Luigi
Gabrio
Olimpia
Vittoria
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Viale Giulio Cesare, 23
Professione:Amministratore d'azienda
Altre professioni:Militare di carriera (Marina)
Carriera:Contrammiraglio nella riserva (18 giugno 1936)
Cariche e titoli: Presidente della "Banca Commerciale di Terra di Lavoro"
Membro del Comitato talassografico (28 luglio 1921-28 febbraio 1922) (14 luglio 1925)
Vicepresidente della Lega Navale (30 luglio 1923-29 giugno 1924)
Delegato dell'Italia alla Società delle Nazioni
Vicepresidente della Camera di commercio di Frosinone [ex Consiglio provinciale dell'economia] (1929-1936)
Socio della Società geografica italiana (1906)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:01/24/1929
Categoria:03 I deputati dopo tre legislature o sei anni di esercizio
Relatore:Raffaele Garofalo
Convalida:16/05/1929
Giuramento:18/05/1929

    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 3 giugno 1909
Commandatore dell'Ordine della Corona d'Italia 22 dicembre 1912
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 5 luglio 1919
Gran cordone dell'Ordine della Corona d'Italia 22 dicembre 1921
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 27 maggio 1911
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 29 agosto 1913
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 22 giugno 1917
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 11 giugno 1922
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 4 febbraio 1937

    .:: Servizi bellici ::.

Periodo:1915-1918 I guerra mondiale
Arma:Marina
Mansioni:Capitano di Vascello

    .:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XXIV
Gaeta
26-10-1913
XXV
Caserta
16-11-1919
Gruppo liberale
XXVI
Caserta
15-05-1921
Gruppo liberale democratico
XXVII
Collegio unico nazionale (Campania)
06-04-1924
Cariche:Segretario (27 maggio 1924-16 dicembre 1927)
Questore (16 dicembre 1927-21 gennaio 1929)


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione per l'esame dei disegni di legge per la conversione dei decreti-legge (1° maggio 1934-2 marzo 1939)
Membro della Commissione dell'agricoltura (17 aprile-20 novembre 1939)

    .:: Governo ::.

    Governo:
Sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri (28 febbraio-1° agosto 1922) (3 agosto-31 ottobre 1922)


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Giacomo Suardo, presidente
      "PRESIDENTE. Ancora una volta sono chiamato a compiere l'alto e triste ufficio di richiamare alla vostra memoria stimati ed egregi Camerati che ci hanno lasciato durante la sosta dei lavori dell'Assemblea plenaria.
      Se non rivedremo più le loro care figure, se non godremo più della loro affettuosa consuetudine, imperituro rimarrà nei nostri cuori il ricordo della loro nobile vita spesa in servizio della Patria.
      [...]
      Un'altra nobile figura di fascista e di gentiluomo era il conte Fulco Tosti di Valminuta, nato a Napoli il 27 ottobre 1874.
      Entrato giovanissimo nella Regia Marina, abbandonò nel 1913 il servizio per dedicarsi alla vita politica; ma raggiunse di nuovo il suo posto allo scoppio della grande guerra, meritando la promozione a Capitano di Vascello e più tardi la nomina a Contrammiraglio per meriti speciali.
      Deputato per quattro legislature, due volte sottosegretario agli affari esteri, per tre anni delegato dell'Italia alla Società delle Nazioni, per circa un ventennio attivo e benemerito Presidente della Lega navale italiana, Fulco Tosti di Valminuta che entrò a far parte del Senato del Regno nel 1929, esplicò i vari uffici militari politici e civili ai quali fu chiamato con la sua innata signorilità, col suo ardente e fattivo patriottismo, con ferma fede nei destini dell'Italia fascista.
      Eleviamo un commosso pensiero alla memoria dei cari Camerati scomparsi e rinnoviamo alle loro desolate famiglie l'espressione del nostro mesto cordoglio.
      THAON DI REVEL, Ministro delle finanze. Domando di parlare.
      PRESIDENTE. Ne avete facoltà.
      THAON DI REVEL, Ministro delle finanze. A nome del Governo mi associo alle parole di commosso cordoglio pronunziate dal Presidente di questa Assemblea nel commemorare i senatori recentemente defunti".

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 20 dicembre 1939

Ringraziamenti:Dott.ssa Elisabetta Bidischini e Dott.ssa Diana Ascenzi della Biblioteca Unioncamere
Dott.ssa Margherita Martelli - Società geografica italiana