Commissioni di inchiesta del Senato della Repubblica

Commissione parlamentare d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche"
XIV leg.
2. Riferimenti normativi


Deliberazione 23 marzo 2005 del Senato della Repubblica, Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche» (delibera istitutiva)
Deliberazione 5 ottobre 2005 del Presidente della Commissione Lavoro del Senato della Repubblica, Proroga del termine di cui all’articolo 6 della deliberazione del 23 marzo 2005, recante: «Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche"» (proroga)
***
Deliberazione 23 marzo 2005 del Senato della Repubblica
Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche»

Art. 1
1. È istituita, ai sensi dell'articolo 82 della Costituzione e dell'articolo 162 del Regolamento del Senato, una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro, di seguito denominata «Commissione».
Art. 2
1. La Commissione è composta da venti senatori, nominati dal Presidente del Senato in proporzione al numero dei componenti i Gruppi parlamentari. Il Presidente del Senato nomina il Presidente scegliendolo al di fuori dei predetti componenti, e convoca la Commissione affinché proceda all'elezione di due vicepresidenti e di due segretari.
Art. 3
1. La Commissione accerta:
a) la dimensione del fenomeno degli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo al numero delle cosiddette «morti bianche», alle malattie, alle invalidità e all'assistenza alle famiglie delle vittime, individuando altresì le aree in cui il fenomeno è maggiormente diffuso;
b) l'entità della presenza dei minori con particolare riguardo ai minori provenienti dall'estero e alla loro protezione ed esposizione a rischio;
c) le cause degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alla loro entità nell'ambito del lavoro nero o sommerso e al doppio lavoro;
d) il livello di applicazione delle leggi antinfortunistiche e l'efficacia della legislazione vigente per la prevenzione degli infortuni, anche con riferimento alla incidenza sui medesimi del lavoro flessibile o precario;
e) l'idoneità dei controlli da parte degli uffici addetti alla applicazione delle norme antinfortunistiche;
f) quali nuovi strumenti legislativi e amministrativi siano da proporre al fine della prevenzione e della repressione degli infortuni sul lavoro;
g) l'incidenza nel fenomeno della presenza di imprese controllate direttamente o indirettamente dalla criminalità organizzata.
Art. 4
1. La Commissione procede alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell'autorità giudiziaria e può avvalersi delle collaborazioni che ritenga necessarie.
2. Gli oneri derivanti dal funzionamento della Commissione sono posti a carico del bilancio del Senato.
Art. 5
1. Le sedute della Commissione sono pubbliche, salvo che la Commissione disponga diversamente. L'attività e il funzionamento sono disciplinati da un regolamento interno, approvato dalla Commissione prima dell'inizio dei lavori.
Art. 6
La Commissione conclude i lavori nel termine di sei mesi dal suo insediamento. Entro i successivi trenta giorni la Commissione presenta al Senato una relazione sulle risultanze delle indagini .
***
Deliberazione 5 ottobre 2005 del Presidente della 11ª Commissione permanente (Lavoro,
previdenza sociale)

Il Presidente della 11ª Commissione permanente (Lavoro, previdenza sociale) attesta che la Commissione stessa, il 5 ottobre 2005, su proposta dei senatori Tofani, Salvi, Fabbri, Pizzinato, Petrini, Forte, Battafarano, Curto, De Rigo, Florino, Malabarba, Montagnino, Morra, Pagliarulo, Ragno, Ripamonti, Sambin, Scotti, Stanisci, Vanzo e Zanoletti, ha adottato la seguente deliberazione:

Proroga del termine di cui all’articolo 6 della deliberazione del 23 marzo 2005, recante: «Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con
particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche"»

Art. 1
1. Il termine per l’ultimazione dei lavori della Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche», di cui all’articolo 6 della deliberazione del Senato del 23 marzo 2005, è prorogato fino alla conclusione della XIV legislatura.