NO
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


LOSCHIAVO Pasquale

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:03/28/1811
Luogo di nascita:RADICENA (Reggio Calabria) - oggi TAURIANOVA (Reggio Calabria)
Data del decesso:07/05/1877
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Francesco
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Titoli nobiliariConte di Pontalto, titolo concesso il 29 gennaio 1865
Coniuge:ZERBI Rosina
Coniuge:ROSSIGNANI Benilde
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Presso:Università di Napoli
Professione:Avvocato
Cariche e titoli: Fondatore della Società di mutuo soccorso di Radicena
Fondatore della Guardia nazionale di Radicena

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:05/24/1863
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Giuseppe Gallotti
Convalida:22/06/1863
Giuramento:23/06/1863
    .:: Onorificenze ::.

Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari -Commemorazione
      Sebastiano Tecchio, Presidente

      Signori senatori! Sento il dolore di dovervi annunciare che più non vedremo tra noi il commendatore Pasquale Loschiavo conte di Pontalto.
      Era nato nel Comune di Radicena, della Provincia di Reggio di Calabria, il 28 marzo 1811. Fornite a Reggio le prime scuole, e quivi educato a forti propositi, entrò giovanissimo nella Università di Napoli: si inscrisse tra quegli studenti di leggi: udì le lezioni di illustri cattedratici: meritò, ed ottenne nel 1830, la laurea di dottore nell’uno e nell’altro diritto.
      Tornato alla sua Radicena, fu onorato dei più spettabili officî comunali e distrettuali. Fu membro di parecchi istituti scientifici e filantropici. Più che ogni altra cosa, augurava la redenzione della patria: e, com’era doviziosissimo, fu prodigo di pecunia alle imprese, prima occulte, e di poi manifeste, che doveano plasmare libera ed una l’Italia.
      Quando i popoli del mezzodì, animosamente rispondendo all’appello di Garibaldi, sorsero unanimi contro la dinastia de’ Borboni, il conte di Pontalto organò nel suo luogo nativo la milizia nazionale; le diede egli stesso armi e uniformi; la comandò egregiamente.
      Nel 24 maggio 1863 fu eletto senatore del Regno.
      La morte lo côlse nel settimo giorno di questo maggio. I suo con terrazzani piangono di quella morte come di sventura pubblica.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 17 dicembre 1877.

Note:La moglie del senatore fondò l'Asilo comunale di Radicena.

Attività 1293_Loschiavo_IndiciAP.pdf