SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


MORISANI Ottavio

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:07/14/1835
Luogo di nascita:FORMICOLA (Caserta)
Data del decesso:26/01/1914
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Tobia
Madre:MARRA Giuseppina
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:CARAMALICHI Caterina
Figli: Teodoro, senatore (vedi scheda)
Fratelli:Agostino
Luogo di residenza:NAPOLI
Indirizzo:Via Broggia al Museo, 3
Titoli di studio:Laurea in medicina e chirurgia
Presso:Università di Napoli
Professione:Docente universitario
Altre professioni:Medico
Carriera giovanile / cariche minori:Chirurgo all'Ospedale degli Incurabili di Napoli (1860), Professore pareggiato di Clinica ostetrica e ginecologia all'Università di Napoli (6 aprile 1867)
Carriera:Professore ordinario di Clinica ostetrica e ginecologia all'Università di Napoli (1874-1907)
Professore emerito dell'Università di Napoli (1907)
Cariche e titoli: Fondatore della rivista "Archivio di ostetricia e ginecologia" (1894)
Direttore della Clinica ostetrica dell'Università di Napoli
Fondatore della Casa di maternità e della Scuola per le allieve levatrici di Napoli
Socio residente dell'Accademia pontaniana di Napoli (8 luglio 1883)
Socio dell'Accademia medico-chirurgica di Napoli

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:12/04/1890
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Salvatore Majorana Calatabiano
Convalida:24/01/1891
Giuramento:24/01/1891
    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 17 gennaio 1886
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 16 giugno 1901
Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 19 aprile 1907
Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Commendatore dell'Ordine del Salvatore (Grecia)


    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Giuseppe Manfredi, Presidente

      Per la seconda volta a breve distanza abbiamo comune il lutto con la Facoltà medica della Università di Napoli. Alla morte di Antonino D'Antona, pianta il 20 dicembre, è susseguita, nel 26 gennaio, quella di Ottavio Morisani, che tenevamo collega dal 4 dicembre 1890, e della cui vista ci privava da quattro o cinque anni una paralisi, ond'era colpito.
      L'insigne ostetrico era nato in Formicola, nella Provincia di Caserta, il 14 luglio 1836 da antica famiglia calabrese. Alunno del Collegio medico napoletano, si laureò ventenne in medicina e chirurgia nel 1855. Chirurgo nel 1860 all'ospedale degli Incurabili, si diede tosto a quella parte della scienza medica, in cui doveva salire a sommità; ed entrato giovanissimo all'insegnamento, presto acquistò rinomanza. Pareggiato in clinica ostetrica e ginecologia nel 6 aprile 1867, fu professore ordinario nel 1874. Consacrati quarant'anni alla cattedra universitaria, finì nel 1907 professore emerito. Il suo corso fu di quelli, che più godettero onore nel mondo scientifico. Nel Morisani si riconosce il fondatore vero e proprio della scuola ostetrica e ginecologica di Napoli; a lui si dà merito di averle apportato dignità scientifica e salda organizzazione; e da tale scuola si conta uscita una schiera di discepoli a propagare la celebrità del maestro. La sua opera scientifica è giudicata d'immenso valore; ed al progresso della scienza salutare rimangono le sue memorie scritte, pregiate anche nei paesi stranieri.
      Fu Presidente dell'Ordine dei sanitari; membro dell'Accademia di medicina di Parigi; dottore ad honorem dell'Università di Edimburgo. Nel Congresso d'ostetricia tenutosi in Roma nel 1894, il professore Leopold, direttore della clinica ostetrica di Dresda, salutò in lui la più fulgida gloria della scienza ostetrica europea. Questa gloria del nome di Ottavio Morisani, vanto dell'Italia, per la sua morte non s'è estinta, né per volger di tempo si estinguerà (Benissimo).

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 26 febbraio 1914.


Attività 1533_Morisani_Ottavio_IndiciAP.pdf