NO
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


CURATI Enrico

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


.:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:08/12/1842
Luogo di nascita:CASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli)
Data del decesso:30/03/1906
Luogo di decesso:NAPOLI
Padre:Gaetano
Madre:D'ORSI Diodata
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:CURATI Rosina
Parenti:CURATI Camillo Angelo, zio e suocero
Titoli di studio:Laurea in giurisprudenza
Professione:Avvocato
Altre professioni:Possidente
Cariche politico - amministrative:Vicesindaco di Napoli
Cariche amministrative:Consigliere provinciale di Napoli
Membro della Deputazione provinciale di Napoli
Cariche e titoli: Governatore dell'Ospedale di S. Gennaro dei Poveri di Napoli

.:: Nomina a senatore ::.

Nomina:06/14/1900
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Antonino Di Prampero
Convalida:01/12/1900
Giuramento:01/12/1900
.:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia

.:: Camera dei deputati ::.

Legislatura
Collegio
Data elezione
Gruppo
Annotazioni
XVI
Napoli III
23-5-1886
Sinistra
XVII
Napoli III
12-7-1891
Sinistra
Elezione in corso di legislatura


.:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
    Tancredi Canonico, Presidente

    Signori senatori! [...]
    Ieri poi, 30 marzo, è spirato a Napoli il senatore Enrico Curati, in età di 64 anni, essendo nato a Castellammare di Stabia il 12 agosto 1842.
    Vicesindaco e poi consigliere provinciale a Napoli, fece parte di molte commissioni; fu deputato del 1° collegio di Napoli nella XVI legislatura, dove in tutti i suoi lavori portava uno studio diligente ed un retto criterio pratico.
    Dal 14 giugno 1900 faceva parte di questa Assemblea.
    D'indole eccellente, di carattere dignitoso e modesto, non era fra coloro che le loro doti mettono in evidenza; ma sapeva impiegarle con squisito sentimento e con operosa energia, sempre quando si trattasse di fare il bene.
    Basterebbe ricordare al riguardo con quanta abnegazione di sé, con quanto coraggio e con quanto amore si adoperò a Napoli durante il colèra in sollievo degl'infelici che ne furono colpiti.
    La mammola è spesso nascosta fra le umili sue foglie: ma chi vi passa vicino ne sente il grato profumo.
    Tale fu la vita del senatore Enrico Curati.
    Alla cara sua memoria un mesto saluto: alla famiglia dolente le cordiali nostre condoglianze. (Bene).
    SACCHI, ministro di grazia e giustizia e dei culti. Domando la parola.
    PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare.
    SACCHI, ministro di grazia e giustizia e dei culti. Dichiaro, a nome del Governo, di associarmi alle nobili parole di condoglianza pronunciate dall'onorevole Presidente per le perdite che il Senato ed il paese hanno subite con la morte dei senatori Siccardi e Curati.

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 31 marzo 1906.

Note:ll nome completo risulta essere: "Enrico Camillo Catello Gaetano Emilio".

Attività 0677_Curati_IndiciAP.pdf