SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


NIGRA Giovanni

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:05/16/1798
Luogo di nascita:Torino
Data del decesso:12/12/1865
Luogo di decesso:Torino
Padre:Giovanni Ignazio Felice
Madre:RIGNON Teresa
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Titoli nobiliariConte dall'11 dicembre 1856
Nobiltà di servizio
Nobilitato
Coniuge:Toesca Enrichetta
Fratelli:Felice
Giuseppe
Francesco
Gioacchino
Giuseppina Laura
Parenti:NOTTA Giovanni, genero, senatore (vedi scheda)
Professione:Banchiere
Cariche politico - amministrative:Sindaco di Torino (1847-1848)
Cariche amministrative:Vicepresidente del Consiglio provinciale di Torino
Consigliere comunale di Torino (1848-1859)
Consigliere comunale delegato supplente di Torino
Cariche e titoli: Banchiere della Real Casa (14 novembre 1833)
Banchiere della Corte pontificia (21 novembre 1833)
Presidente della Banca di Torino (16 ottobre 1847)
Presidente del Consiglio superiore della Banca nazionale del Regno d'Italia, sede di Torino
Consigliere generale dell'Amministrazione del debito pubblico negli Stati di Terraferma
Consigliere ordinario dell'Amministrazione del debito pubblico negli Stati di Terraferma
Sovrintendente generale della lista civile
Procuratore generale di SM il Re per il suo patrimonio particolare
Presidente e capo primario direttore dell'Accademia albertina di Torino
Ministro di Stato (1864)
Presidente del Convitto delle vedove e nubili in civil condizione
Direttore del Ritiro delle figlie dei militari

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:04/03/1848
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Celestino Quarelli di Lesegno
Convalida:10/05/1848
Giuramento:08/05/1848
Annotazioni:Giuramento prestato prima della convalida, in seduta reale d'inaugurazione di sessione parlamentare
    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 31 dicembre 1848
Gran cordone dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 19 aprile 1851
Gran cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
Grande ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Gran Cordone dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Gran cordone dell'Ordine della Concezione di Villa Viciosa (Portogallo)
Cavaliere dell'Ordine imperiale dell'Aquila bianca di Russia
Decorato dell'Ordine del Medjèdiè (Impero ottomano)
Decorato del Nicham-Iftikhar (Impero ottomano)
Gran Cordone dell'Ordine di Danebrog (Danimarca)
Gran Croce dell'Ordine di Danebrog (Danimarca)
Gran Croce dell'Ordine della Stella polare (Svezia)
Gran Cordone dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro della Commissione di finanze (16 dicembre 1851-27 febbraio 1852) (9 marzo 1852-21 novembre 1853) (28 dicembre 1853-29 maggio 1855) (12 gennaio- 16 luglio 1857) (19 gennaio-14 luglio 1858) (12 gennaio 1859-21 gennaio 1860)
Membro della Commissione di vigilanza alla Cassa depositi e prestiti (28 gennaio 1854) (21 gennaio 1856) (17 gennaio 1857) (29 marzo 1858) (25 gennaio 1859) (31 maggio 1860)

    .:: Governo ::.

    Regno di Sardegna post 04 Marzo 1848 - Regno d'Italia:
Ministro della Real Casa
Ministro delle finanze (27 marzo 1849-19 aprile 1851)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Gabrio Casati, Presidente
    Signori Senatori,
    Duolmi profondamente che pure quest’oggi debba annunziarvi la perdita da noi fatta di un egregio collega, il conte Giovanni Nigra, Ministro della Casa di S.M. Con una sola frase potrei dipingere il carattere di lui. Era uomo in cui si personificavano la lealtà, l’integrità, il disinteresse; ed a queste belle doti si aggiungevano quelle dell’affettuosità nell’amicizia, della cortesia nel conversare. Sindaco di Torino negli anni 1847 e 1848, associato al conte Colli allora che due Sindaci amministravano quella città insigne, mostrò la capacità sua nell’amministrazione, e tenendosi sempre nel limite della legalità, non nascose le aspirazioni perché il suo paese fosse dotato di libere istituzioni. Nel 1849 fu dalla fiducia sovrana assunto al Ministero delle finanze. Fungendo questa carica, il conte Nigra diede eminente saggio di quanto gli stessero a cuore gl’interessi ed il credito dello Stato, a fronte dei suoi proprii interessi, mettendo questi a seria prova, e rifiutando per una virtuosa delicatezza grossi vantaggi che la sua casa avrebbe potuto onoratamente procacciarsi. Sciolto da tale impegno, conoscendone il Sovrano la sua distinta capacità amministrativa e la specchiatissima integrità, lo assunse amministratore della lista civile, de’ beni della Corona e del suo privato patrimonio. Scorgendo come bene si meritava della carica sua, volle insignirlo dell’onorevole titolo di Ministro della sua Casa e dappoi lo decorò con quello di Ministro di Stato. Senatore nella prima istituzione del Senato, ora dobbiamo pur troppo dolerci d’averlo perduto. Ma ognuno di noi che conobbe il conte Nigra ne serberà cara e preziosa la memoria.

    Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 15 dicembre 1865.


Attività 1580_Nigra_Giovanni_IndiciAP.pdf1580_Nigra_Giovanni_IndiciAP.pdf