SI
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori del Regno (1848-1943) » Scheda Senatore  


LERIS Adolfo

  







   Indice dell'Attività Parlamentare   

   Fascicolo personale   


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:08/17/1843
Luogo di nascita:TORINO
Data del decesso:01/08/1918
Luogo di decesso:ROMA
Padre:Giovanni
Madre:LENA Anna
Nobile al momento della nomina:No
Nobile ereditarioNo
Coniuge:FUMAGALLI Elisa
Figli: Gabriella
Guido
Luogo di residenza:ROMA
Indirizzo:Via dei Crociferi, 8
Titoli di studio:Diploma di magistero
Presso:Scuola di Magistero di Torino
Professione:Magistrato
Carriera giovanile / cariche minori:Vicesegretario presso la Corte dei conti (26 aprile 1875) , Segretario presso la Corte dei conti (21 febbraio 1878), Capo sezione presso la Corte dei conti (28 gennaio 1886), Direttore capo di divisione presso la Corte dei conti (4 ottobre 1889)
Carriera:Segretario generale della Corte dei conti (7 maggio 1896)
Procuratore generale presso la Corte dei conti (27 ottobre 1897)
Consigliere della Corte dei conti (6 settembre 1902)
Presidente di sezione della Corte dei conti (3 settembre 1911)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:12/30/1914
Categoria:08 I primi Presidenti e Presidenti del Magistrato di Cassazione e della Camera dei conti
Relatore:Secondo Frola
Convalida:18/03/1915
Giuramento:22/03/1915
    .:: Onorificenze ::.

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia 2 aprile 1882
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 3 giugno 1892
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia 24 dicembre 1896
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia 27 dicembre 1909
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 3 giugno 1888
Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 8 giugno 1893
Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 11 gennaio 1900
Grande Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro 14 luglio 1918


    .:: Senato del Regno ::.

Commissioni:Membro supplente della Commissione d'accusa dell'Alta Corte di giustizia (6 marzo 1917-1° agosto 1918)

    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Emanuele Paternò di Sessa, Vicepresidente

      Signori senatori! [...]
      Finito ha i suoi giorni nel 2 agosto il senatore Adolfo Leris, che nato era in Torino il 17 agosto 1843.
      In Torino, compiuto il corso secondario classico, e fatto studi speciali di matematica, subì all'Università con lode gli esami di magistero, prendendone il diploma, nel 1869.
      Entrato aspirante negli uffici della Corte dei conti subalpina, passato volontario, vinse il concorso di applicato, progredì nella Corte dei conti del Regno e dal segretariato, salito a capo di sezione ed a capo di divisione, giunse al Segretariato generale ed indi fu elevato a procuratore generale, a consigliere; a presidente di sezione. In tal qualità sedette sino alla fine del suo zelante ed intemerato servizio. Meritò dello Stato anche in commissioni importanti. Nel 1900 fu nominato membro della Commissione reale per l'inchiesta sull'amministrazione comunale e provinciale di Napoli: nel 1905 membro supplente e nel 1909 effettivo, di quella per il credito Comunale e Provinciale e per la municipalizzazione dei pubblici servizi. Nel 1902 fu nominato Presidente a quella per il riordinamento contabile del Ministero delle poste e dei telegrafi.
      Gli fu ricompensa la dignità senatoria per nomina del 20 dicembre 1914; ed il grado e titolo di Presidente, che gli venne conferito nel collocamento a riposo, poco prima della sua morte, che il Senato piange. (Bene). [...]
      MEDA, ministro delle finanze. Domando di parlare.
      PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
      MEDA, ministro delle finanze. Mi associo alla commemorazione dei senatori Di Broglio e Leris, che provenendo l’uno dalla carriera politica, l’altro da quella amministrativa, illustrarono, colla bassa dottrina, colla assiduità nel lavoro, colla integrità della vita, la Corte dei conti, cioè il consesso supremo al quale è assegnato il controllo costituzionale; onde l’appartenervi e il raggiungervi i maggiori gradi non è concesso se non a chi abbia meritato la più alta fiducia ed estimazione nel paese.
      Il nome del senatore Di Broglio merita poi che la partecipazione del Governo nell’onorarlo si ispiri anche al ricordo dell’opera da lui spesa in vantaggio dello Stato come ministro del tesoro. (Bene). [...]
      PRESIDENTE. Mi farò un dovere di dare esecuzione alle varie proposte fatte per l’invio di condoglianze alle famiglie ed alle città natali dei senatori oggi commemorati.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 3 ottobre 1918.

Note:Il nome completo risulta essere: "Emanuele Adolfo Francesco Benedetto Pietro Gio[v]anni".

Attività 1270_Leris_Adolfo_IndiciAP.pdf