NO
Senato della Repubblica
Senato della Repubblica
Siete qui: Senatori d'Italia » Senatori dell'Italia liberale » Scheda Senatore  


LANZA (DI TRABIA) Ercole

  
  


    .:: Dati anagrafici ::.

Data di nascita:04/18/1813
Luogo di nascita:PALERMO
Data del decesso:13/11/1885
Luogo di decesso:PALERMO
Padre:LANZA DI TRABIA Giuseppe
Madre:BRANCIFORTE Stefania
Nobile al momento della nomina:Si
Nobile ereditarioSi
Titoli nobiliariNobile dei principi di Trabia
Coniuge:celibe
Fratelli:Pietro, che spos˛ Eleonora SPINELLI e padre di Giuseppe (1833-1868) che a sua volta spos˛ Sofia GALEOTTI ed era padre di Pietro, senatore (1862-1929) (vedi scheda Pietro LANZA (DI TRABIA)) e di Ottavio (vedi scheda Ottavio LANZA BRANCIFORTE)
Beatrice;
Emanuele;
Professione:Possidente
Cariche politico - amministrative:Deputato alla Camera dei Comuni (Sicilia) (1848-1849)
Cariche amministrative:Consigliere comunale di Palermo
Consigliere provinciale di Palermo
Cariche e titoli: Membro della SocietÓ siciliana per la storia patria
Presidente della SocietÓ siciliana per la storia patria (1873-1875)

    .:: Nomina a senatore ::.

Nomina:11/09/1872
Categoria:21 Le persone che da tre anni pagano tremila lire d'imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria
Relatore:Tommaso Spinola
Convalida:20/12/1872
Giuramento:04/06/1873



    .:: Atti parlamentari - Commemorazione ::.

Atti Parlamentari - Commemorazione
      Giacomo Durando, Presidente

      Onorevoli colleghi! Nel periodo d’interruzione dei nostri lavori il Senato ha subito gravi e pur troppo numerose perdite, di cui adempio oggi l’ingrato ufficio di darvi partecipazione. [...]
      Il dý 13 di questo mese mancava ai vivi il cavaliere Ercole Lanza in Palermo dove era nato nel 1813. Discendente da una delle pi¨ distinte famiglie patrizie della Sicilia, quella dei principi di Trabia, il nostro compianto collega aveva saputo circondarsi di alta stima nel suo paese per aver prestato opera efficace al risorgimento della nazionalitÓ italiana. Ed il Governo tenendo conto delle di lui benemerenze e del largo censo ond'era fornito, lo aveva chiamato nel 1872 a far parte di quest'alta Assemblea. La privazione della vista che lo afflisse negli ultimi tempi non gli permise pi¨ di prender parte ai lavori del Senato che oggi si unisce meco nel deplorarne la perdita. [...]
      E qui termina la lunga serie delle nostre sciagure. Mandando un mesto saluto alla memoria dei compianti colleghi, faccio caldi voti perchÚ mi sia allontanato il calice amaro di esservi apportatore di nuovi dolori.

      Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 25 novembre 1885.


AttivitÓ 1246_Lanza_di_Trabia_Ercole_IndiciAP.pdf